Padre Pio | Il miracolo della bambina nata senza pupille

Il suo nome è Gemma Di Giorgi, e si tratta di una bimba di origine siciliana che è nata senza le pupille ma che a un certo punto della sua vita ha sperimentato qualcosa di a dir poco sensazionale.

La giovane, originaria di Ribera, comune in provincia di Agrigento, è infatti diventata molto famosa dopo la diffusione della storia che la riguarda. La cecità di Gemma era infatti causata dal fatto che era nata priva di pupille.

emma di giorgi
photo web source

Ad un certo punto della sua vita tutto cambiò incredibilmente. Aveva infatti solamente sette anni quando intraprese un viaggio a San Giovanni Rotondo, e fu quella esperienza che segnò la sua vita per sempre in una maniera che non poteva di certo attendere.

La ragazza ricevette il dono della vista

In quella occasione, infatti, la ragazza ricevette il dono della vista in modo a dir poco misterioso. Ma ci fu un altro particolare del tutto incredibile. Durante quel viaggio, infatti, Gemma incontrò Padre Pio a San Giovanni Rotondo. Fu proprio per questa ragione che la storia di Gemma divenne pian piano sempre più nota.

La data di questo avvenimento è il 20 novembre del 1952, e il primo a diffonderlo fu il Giornale di Sicilia, che gli dedicò un’intera pagina. Descrivendolo con l’eloquente nome del “miracolo di Padre Pio”. Un fatto intorno a cui ancora oggi si cerca di indagare, capire, porsi domande. Resta però un solo e unico fatto inequivocabile.

Dopo avere incontrato Padre Pio tutto cambiò

Questa ragazza, dopo avere incontrato Padre Pio, ricevette in modo improvviso il dono della vista. “Gemma è nata cieca ed è cresciuta nella piccola casa contadina tra il muto dolore dei genitori. La nonna Maria, che la conduceva per mano, le parlava della vita da cui era relegata lontano, delle forme, dei colori”, era quello che scrisse in quell’epoca il cronista del quotidiano locale.

Quando la nonna Maria portò con sé la piccola su un vecchio treno, per accompagnarla direttamente a San Giovanni, tutto cambiò inesorabilmente. Era stata una zia suora a suggerirle dove recarsi. Sembra inoltre che questa zia avesse ricevuto in sogno Padre Pio. Prontamente, lei le aveva chiesto proprio il miracolo della vista per la sua nipotina.

Del caso oggi resta l’innegabile prodigio per la donna

Durante il viaggio per San Giovanni Rotondo, Gemma senza un’apparente motivazione disse alla sua nonna di guardare dal finestrino. Rivelandole qualcosa che la sconvolse. Le disse di vedere il mare con una grande nave di fumo. Non era tanto cosa vedeva che fu sconvolgente, perché era lo stesso che vedeva la nonna. Ma il fatto che la piccola aveva incredibilmente acquistato la vista.

photo web source

Stranamente, il caso non venne preso in considerazione dal Vaticano, tuttavia resta ancora oggi una innegabile consapevolezza. A cui i medici non riuscirono a dare alcuna spiegazione. Gemma ricevette in dono la vista, nonostante fosse nata senza pupille, nel viaggio per incontrare Padre Pio.

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it