Padre Benigno Esorcista parla di tutte le manifestazioni diaboliche, anche delle più subdole

 

Siamo abituati a pensare che il male si annidi solamente nella cartomanzia e nelle così dette “Arti magiche”, ma il male come la società si evolve e oggi oltre alle solite sedute spiritiche è bene guardarsi dalle massonerie come Scientology e dall’influenza negativa che perviene da un mondo sconfinato come quello che esiste su internet.

Un paio di giorni fa un gruppo di 40 esorcisti si è riunito a Monreale per parlare dei nuovi pericoli derivanti dall’evoluzione della società, a tenere il convegno era l’esorcista Padre Benigno (un nome profetico) insieme ad alcuni professori di sociologia ed alcuni “Pentiti” di alto rango di Scientology che portavano testimonianza di quanto accade in un’organizzazione che opera nell’ombra.

L’esigenza dell’incontro, spiega Fra Benigno, nasce dal fatto che tutti i documenti e le attività di logge come Scientology sono segretati, dunque, non si conosce nemmeno contro cosa si combatte: “È roba che scotta. E quindi niente foto, niente nomi. Non sappiamo quali rischi corriamo. Meglio stare al sicuro”.

Ma se per presentare i rischi apportati dalle sette c’è almeno modo di sentire le confessioni di alcuni membri sfuggiti al loro controllo, ben diversa è la situazione riguardante internet, qui il male è celato in evidenza e si può manifestare sotto diverse forme, per altro il controllo totale della rete è impossibile quindi è necessaria ancora maggiore cautela.

Fra Benigno ha spiegato al ‘Corriere’ come il diavolo abbia trovato internet, come sia possibile trovare istruzioni per riti satanici con una facilità disarmante, il tutto fatto con una grafica accattivante e con la maschera del gioco, poi aggiunge: “È roba stomachevole suggerita ai giovani per vendicarsi di un torto contro il direttore di reparto o contro la ragazza che ti ha fregato il fidanzato. Ecco una porta del male che, socchiusa, il diavolo poi apre entrando nella mente e nel cuore dei singoli. Tutti a rischio perché queste schifezze le vendono pure nei mercati e nei centri commerciali”.

Risulta chiaro come sia necessario per gli esorcisti attrezzarsi contro queste nuove forme di tentazione e che la lotta al male non è mai conclusa, ma anzi si diversifica e diventa più radicale e variegata.