Padre Anthony: “La vita non è breve se vissuta appieno”

Padre Anthony: "La vita non è breve se vissuta appieno"
Padre Anthony Freeman, recentemente scomparso

Tutte le volte che un bambino o un giovane muoiono prima del tempo per un incidente o una malattia viene da chiedersi se il destino scelto da Dio per questi esseri umani non sia ingiusto. In molti casi ci si lamenta del fatto che questi abbiano avuto poco tempo in vita per vivere tutte le esperienze di cui avrebbero potuto godere, ma è nelle parole di un giovane sacerdote morto di recente che troviamo la risposta a questi interrogativi. Padre Anthony Freeman, giovane sacerdote scomparso di recente che curava la pagina Facebook ‘Catholich Life Coach’ (Allenatore alla vita cristiana), ha spiegato nel corso della sua carriera sacerdotale perché la vita non è mai troppo breve se vissuta in modo corretto. Il sunto del suo pensiero è contenuto nel libro di autoguida ‘One Step Closer‘, dove ci sono dei consigli per i millennials per intraprendere la strada segnata dal Signore.

I passi per un’esistenza goduta al massimo delle opportunità

Nel libro il sacerdote evidenzia come il primo passo da compiere sia quello di comprendere come la morte non abbia una vittoria sulla vita, ma ne è parte integrante. Dio infatti ci chiama sin dal primo giorno in cui siamo nati e continua a farlo finché non ci ricongiungiamo a Lui. Il secondo passo è quello di comprendere come l’eternità non bisogna attenderla, ma viverla sin dal nostro percorso sulla terra, dove, appunto, cominciamo a porre le basi per quella che sarà la nostra esistenza ultraterrena.

Padre Anthony fa presente che, accettate queste condizioni, si comprenda facilmente il fatto che i tempi con i quali progettiamo la nostra vita non corrispondo a quelli che Dio ha pianificato per noi. Quindi una volta scelto Dio come prima opzione nella vita (molti lo fanno solo quando hanno toccato il fondo) non ci resta che viverla in serenità, possibilmente circondandoci di amici, poiché come scriveva il sacerdote: “L’amicizia è un aspetto molto importante nella nostra vita. Spesso preferiamo confidare nell’opinione di un amico che in quella di un esperto”, dunque, aggiunge padre Anthony: “Come non compiamo il viaggio di questo mondo da soli, così non dobbiamo fare da soli neanche il viaggio verso l’eternità”.

Luca Scapatello