Padre Amorth : Andare dai maghi produce danni gravissimi

Domanda: Il nemico può tentare una persona anche mentre dorme attraverso i sogni tristi e angosciosi che rovinano poi la giornata

Don Amorth: Può. Conosco tante persone che sono tante angustiate perché dicono “mentre dormo o mentre faccio sogni, mi sembra di bestemmiare, mi sembra di maledire Dio, mi sento perverso”. Hai colpa? No! E’ il demonio che suggerisce queste cose? Sì, può suggerirle. Perché? Perché cerca di toglierti la pace, darti gli scrupoli, metterti dei tormenti e mille paure di aver commesso chissà quali colpe, mentre non hai commesso niente. Dico a queste persone “offrite anche queste sofferenze, queste bestemmie al Signore, voi non le volevate, offritele come sacrifici in espiazione dei peccati”.

Domanda: E’ possibile che il demonio possa occultare un oggetto che magari è lì, ma che non si riesce a vedere? Si vede dopo in quel posto dove prima non era senza che nessuno l’abbia toccato? Può il demonio fare dei dispetti?

Don Amorth: Questo sì, ma capita molto raramente. Il demonio ha due tipi di azioni. La principale è tentare l’uomo al male, trascinarlo lontano da Dio, trascinarlo nell’inferno: tutti siamo soggetti alle tentazioni del demonio, dalla nascita alla morte. Anche Gesù ha accettato di essere tentato dal demonio. E la Madonna? Sicuramente anche la Madonna. Il Vangelo non ce ne parla, ma è logico pensare che durante la Sua vita, Lei sia stata tentata. Solo che il demonio è stato sempre scornato, la Madonna non gli ha mai dato retta. La tentazione è l’azione principale del demonio, riguarda tutti. Sono invece casi rari il procurare mali malefici o la possessione. Il Signore può servirsene per la santificazione delle anime. Tante persone che vengono da me a farsi esorcizzare mi dicono “ Padre, sono anni che io vengo a farmi esorcizzare, non finirà mai questa storia?” Rispondo: “Dimmi la verità, tu prima non andavi a messa adesso ci vai sempre, anche nei giorni feriali, tu prima non pregavi, adesso preghi sempre. Tu pregheresti così? Frequenteresti così la Chiesa, i Sacramenti se non avessi questi disturbi?” Allora vedete come il Signore può permettere che il demonio dia questi disturbi per attirarci a Sé, per avvicinarci alla Chiesa, ai sacerdoti, per avvicinarci a una vita di preghiera e di Sacramenti. Ci sono stati tanti Santi colpiti da mali malefici, che hanno avuto bisogno di essere esorcizzati, per esempio quella suor Maria carmelitana, la piccola araba dei nostri tempi, santificata. Per due volte in due periodi della sua vita è stata posseduta dal demonio e ha avuto bisogno di esorcismi. Mentre era posseduta dal demonio bestemmiava, ne faceva di tutti i colori, non era lei, era il demonio, si serviva delle sue membra per fare queste cose. Non abbiamo paura però, perché tutto ciò capita raramente e con la preghiera, con i Sacramenti si è protetti, l’importante è non fare sbagli. Quando vedo certi giovani intenti a guardare spettacoli di rock satanico, giovani che si danno alle sedute spiritiche, quando penso ai 13 milioni di italiani che vanno dai cartomanti, questi se lo tirano loro il demonio in casa, sono loro ad aprire la porta al demonio. Se uno vive in grazia di Dio, se uno prega, se uno sta unito a Dio il demonio non lo tocca.

Domanda : Mio marito è sempre stata una persona dedita alla famiglia a al suo lavoro, è un carabiniere, la domenica come sempre va a messa. Da un mese ho capito che nella sua vita c’è una persona che lo ha fatto completamente cambiare, allontanandolo da me e dalle nostre due figlie è assente, pensieroso, lo sguardo assente, vomita spesso è dimagrito è scostante, si è trasformato veramente in un’altra persona. Ha anche deciso di lasciare me e le sue due figlie. E’ possibile che questa persona con la quale si incontra gli abbia fatto qualcosa? Se si, che cosa posso fare per riavere l’uomo che ho sposato? Ho portato con me degli indumenti, è possibile benedirli?

Don Amorth: Alla fine benediremo anche tutti gli indumenti. Ma quello che conta è che questa persona deve convertirsi, deve tornare a Dio. E’ possibile che gli sia stato fatto qualcosa? Si, ma col suo, consenso, con una sua debolezza, con una sua caduta. Ha incontrato un’altra donna negativa evidentemente collegata col demonio, se ne è invaghito ed è crollato, e avviene sempre così quando mi dicono: mio marito mi ha lasciato, mia moglie mi ha lasciato, dico che problema c’è, è sempre un problema di conversione. Se non sta con Dio non si fanno certi errori, le famiglie sono unite, gli sposi si amano, i figli ubbidiscono ai genitori. Se si prega, se si sta uniti a Dio, le cose vanno bene. Anche questa mattina una ragazza che conosco così bene, una ragazzina giovane giovane mi ha confidato: “ Padre sono incinta ”. Figliola cara, chi osserva le leggi di Dio non si trova in queste difficoltà, non si trova davanti a questi problemi. Che a quest’uomo sia stato fatto qualcosa, si, ma che ci sia in origine anche una colpa, un consenso suo, si, se no il male fatto non avrebbe attecchito. Se continuava ad andare a Messa, se continuava a pregare, a stare unito a Dio e a vincere le tentazioni, che ci sono a tutte le età: ho 80 anni ma anch’io ho le tentazioni, altro che. Pregate per me. Le tentazioni finché siamo al mondo le abbiamo tutti, il diavolo sa fare molto bene il suo dovere, e anche il concilio ce lo ripete che la vita, è caratterizzata da una lotta continua contro satana che durerà, dice il Signore, fino alla fine del mondo, e che durerà dice il Signore fino alla fine di ciascuno di noi. Il mio grande maestro, Padre Candido, per 36 anni esorcista alla scala Santa, anche negli ultimi giorni di vita, veniva assalito dal demonio, lui che ha passato la vita a combattere il demonio anche negli ultimi giorni di vita. Finché siamo al mondo dobbiamo lottare, e il Vangelo dice. “Vigilate e pregate per non cadere in tentazione perché lo spirito è pronto ma la carne è debole”.

Domanda: Perché l’Angelo custode non ci difende dagli attacchi del maligno?

Don Amorth: L’Angelo custode ci suggerisce come superare gli assalti del maligno, altroché; e se noi ubbidiamo all’Angelo custode, certamente non ubbidiamo mai a Satana. L’Angelo custode suggerisce il bene, il demonio suggerisce il male. Chi è arbitro di decidere? La nostra volontà! Dio ci ha creato con il libero arbitrio, ossia con la capacità di fare il bene o il male, ecco perché se facciamo il bene ne abbiamo merito (se fossimo obbligati a fare il bene non ne avremmo nessun merito), se facciamo il male ne abbiamo colpa, perché non dobbiamo farlo! L’Angelo ci assiste, ci difende, ma non può impedire che siamo sottoposti alle tentazioni, tanto che Gesù nella preghiera dell’orto ci dice: “Vigilate e pregate per non cadere in tentazione”. La vigilanza dipende da noi; la fuga dalle occasioni, l’ascoltare i suggerimenti buoni, leggere libri buoni, vedere cose buone. Cosa è che rovina tanto la gioventù e non solo la gioventù, ma anche i vecchi ed a volte persino preti e religiose? La televisione e internet. Sei tu che scegli i programmi negativi, spinto dalla curiosità, malgrado i suggerimenti dell’Angelo. Tante volte per curiosità si pecca. Fin dall’inizio quando il nemico tentò Adamo ed Eva, cosa disse ad Eva? “Non è vero quello che vi ha detto Dio, non è vero che se ne mangerete morirete”. Oggi ci vuole convincere che non è vero che esiste l’Inferno. Anche voi avete sentito dire da gente comune, da preti e addirittura da cardinali che l’Inferno è vuoto, che l’Inferno non è eterno. E’ importantissimo, fondamentale avere le idee chiare che riguardano il nostro destino eterno personale. Gli Angeli ci suggeriscono il bene; bisogna ascoltare la voce dell’Angelo che ci suggerisce le vie di Dio. L’Angelo non può impedire la voce di Satana. Satana c’è e Gesù stesso è stato tentato da lui. Tutti siamo sottoposti alle tentazioni di Satana; dipende da noi la scelta, dipende da noi scegliere la via giusta.

Domanda: Una persona che in passato andava spesso da maghi ha ricevuto anche mali irreparabili. Può un giorno liberarsi?

Don Amorth: Alle volte è molto difficile. Può accadere che si ricevano dei mali così profondi che potranno con la preghiera, col pentimento essere attenuati, ma non tolti. In questi casi, si possono offrire le sofferenze al Signore per la salvezza delle anime del Purgatorio. La sofferenza è il tesoro più prezioso che noi abbiamo, è la moneta più preziosa che possiamo spendere per noi stessi e per gli altri. Quindi anche in questi casi, in cui uno colpevolmente, per aver frequentato maghi, si é procurato dei mali che non guariscono, è possibile che si converta e riesca a far sì che questi mali giovino alla sua anima e al bene delle anime. Nei casi di possessione diabolica (ce lo dice Sant’Alfonso Maria De’ Liguori) con gli esorcismi e le preghiere si ottengono sempre dei miglioramenti, ma non sempre si arriva alla liberazione. Ci sono stati tanti santi che hanno avuto il tormento della possessione diabolica senza alcuna colpa; di queste sofferenze hanno fatto un grande strumento di apostolato che ha portato un bene immenso.