Padre Amantini svela i trucchi a padre Amorth , per sconfiggere il demonio

Nelle conversazioni con Elisabetta Fezzi, Padre Amorth ha spiegato che la sua fortuna maggiore è stata quella di avere come maestro padre Candido Amantini ( noto esorcista dichiarato santo per via della sua opera). In questi dialoghi, riportati nel libro ‘Padre Amorth. La mia battaglia con Dio contro Satana’ il noto esorcista condivide i consigli preziosi che il suo mentore gli ha fornito in quei sei anni di apprendistato.

La prima cosa che padre Amantini ha raccomandato al suo discepolo è stata di non effettuare esorcismi troppo lunghi: “Padre Candido diceva: ‘È inutile fare esorcismi lunghi, tanto se non è il momento stabilito dal Signore…’, e infatti varie volte il demonio quando è interrogato sotto esorcismo preannuncia la data della sua uscita. Il problema è che è un briccone”. A questo era legato un secondo suggerimento, ovvero quello di non farsi ingannare dal demonio sulla riuscita di un esorcismo, un consiglio che ha condizionato sempre padre Amorth che alla scrittrice ha confessato: “Ho paura delle liberazioni provvisorie; ho timore anche delle liberazioni fasulle, false. Alle volte finge di andare via e io allora continuo per un po’ a esorcizzare. In genere non faccio una preghiera di ringraziamento per la liberazione avvenuta se non è passato almeno un anno”.

Ma la lezione più grande padre Candido la diede in maniera inconsapevole: l’esorcista amava scherzare e questo suo lato era presente anche durante gli esorcismi, così un giorno disse ad un demone che infestava il corpo di una ragazza che era il momento di andarsene poiché il Signore aveva preparato per lui “Una casetta ben riscaldata”. Fu in quel momento che il diavolo disse a padre Candido: “Tu non sai niente!”. Di quell’episodio padre Amorth ha spiegato: “Quando interrompe dicendo: ‘Tu non sai niente, tu non capisci niente’, vuol dire che il Signore gli ha comandato di dare una lezione all’esorcista: ‘Non è Lui che l’ha creato l’inferno!’. Significa che Dio ha creato solo le cose buone. “Siamo stati noi, Lui non ci aveva neppure pensato”, ha proseguito il diavolo: ‘Non era nei programmi di Dio l’esistenza dell’inferno!’”.