Oggi 31 luglio preghiamo Sant’Ignazio di Loyola, missionario nel mondo

Visse alla corte del re, finché, gravemente ferito, si convertì a Dio e fondò la Compagnia di Gesù, missionari sparsi per il mondo.

sant'ignazio di loyola

Dopo il compimento degli studi teologici, si dedicò alla stesura di opere e alla formazione dei discepoli. La sofferenza lo portò alla conversione.

31 luglio: Ignazio e i suoi esercizi spirituali

In questo trentunesimo giorno del mese di luglio, la chiesa venera Sant’Ignazio di Loyola. Grande protagonista della Riforma cattolica nel XVI secolo, nacque nel 1491. Era avviato alla vita di cavaliere, ma in convalescenza, si trovò a leggere dei libri cristiani.

Gli vennero dati la Vita Christi, del certosino Landolfo di Sassonia e il Flos sanctorum, le celebri vite dei santi composte dal domenicano Jacopo da Varazze. In lui qualcosa andava mutando, cominciava il suo processo di conversione religiosa.

La sua conversione

Fece una confessione generale, si spogliò degli abiti cavallereschi e fece voto di castità perpetua. Condusse vita di preghiera e di penitenza, e da lì la decisione di fondare una Compagnia di consacrati. Da solo in una grotta prese a scrivere una serie di meditazioni e di norme, che successivamente rielaborate formarono i celebri Esercizi Spirituali.

Il 27 settembre 1540, Papa Paolo III approvò la Compagnia di Gesù.

La preghiera a Sant’Ignazio da recitare oggi

O Dio, che a gloria del tuo nome

hai suscitato nella tua Chiesa sant’Ignazio di Loyola,

concedi anche a noi, con il suo aiuto e il suo esempio,

di combattere la buona battaglia del vangelo,

per ricevere in cielo la corona dei santi.

Amen

LEGGI ANCHE: Sant’Ignazio di Loyola: conoscere le armi per sconfiggere il demonio

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]