Oggi 26 luglio preghiamo i Santi Giacchino e Anna, nonni di Gesù

Genitori di Maria, non ci sono pervenute notizie storiche che li riguardano, non sono mai nominati nei testi biblici canonici.

santi anna e gioacchino
photo web source

Le notizie giunte fino a oggi sono ricavate da testi apocrifi come il Protovangelo di Giacomo e il Vangelo dello pseudo-Matteo, e dalla tradizione.

26 luglio: Anna e Gioacchino, genitori della Vergine Maria

In questo ventiseiesimo giorno del mese di luglio, la chiesa venera i Santi Gioacchino ed Anna. Sono i genitori della Vergine Maria. Gioacchino è un pastore e abita a Gerusalemme, anziano sacerdote è sposato con Anna. I due non avevano figli ed erano una coppia avanti con gli anni.

Un giorno mentre Gioacchino è al lavoro nei campi, gli apparve un angelo, annunciandogli la nascita di un figlio. Anche sua moglie Anna ebbe la stessa visione. Chiamano la loro bambina Maria, che vuol dire “Colei che è amata da Dio”.

Anna è la nonna anche del Battista?

E’ curioso osservare come, nei Vangeli apocrifi, Sant’Anna abbia anche altri figli. Anna era figlia di Achar, della tribù di Levi e sorella di Esmeria, madre di Santa Elisabetta e nonna, oltre che di Gesù, anche di Giovanni Battista.

La tradizione vuole che le reliquie della santa furono salvate dall’essere distrutte dal centurione Longino. I resti furono poi custoditi in Terra Santa finché ad opera di alcuni monaci non giunsero in Francia dove rimasero per anni.

Il suo corpo

Molti anni dopo avvenne il ritrovamento, preceduto e seguito, secondo i racconti, da diversi miracoli che portarono all’identificazione del corpo, grazie perlopiù ad una scritta in greco. In seguito ne avvenne la smembratura e divisione fra i vari nobili e il clero, attualmente il suo teschio viene custodito e portato in processione il 27 luglio a Castelbuono in Sicilia.

La preghiera a Sant’Anna da recitare oggi

Anna e Gioacchino, Voi che siete i nonni di Gesù,

guardate dal cielo noi nonni terreni, imperfetti,

ma innamorati dei nostri nipoti

che amiamo quasi più dei nostri figli,

perché in ognuno di loro vediamo Gesù Bambino

bisognoso di cure e attenzioni.

Vegliate, guidateci, correggeteci.

Fate che i nostri atteggiamenti

siano sempre improntati sull’amore e sul rispetto

così da riuscire a trasmettere a loro

la nostra fede nel Vostro nipote Gesù.

Amen

LEGGI ANCHE: Ecco la visione della nascita di Maria Santissima, dagli scritti di Maria Valtorta

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]