Oggi 1 febbraio, Santa Verdiana: vive in una condizione particolare per oltre 30 anni

E’ coetanea di San Francesco d’Assisi che le fa visita accogliendo poi la sua richiesta di essere ammessa nel Terz’Ordine francescano. Nonostante la giovane sia di nobili origini, decide di abbandonare tutto per seguire la sua vocazione.

Sin da bambina è dedita all’orazione e all’astinenza. Sceglie la vita della clausura che porta avanti per oltre 30 anni.

santa verdiana
photo web source

1 febbraio: Verdiana, una discepola di Francesco

In questo primo giorno del mese di febbraio, la chiesa venera Santa Verdiana. Nata in una famiglia nobile decaduta, quella degli Attavanti, da giovane lavora come amministratrice presso un parente facoltoso. Si recherà, successivamente, in pellegrinaggio a Santiago di Compostela.

Nel 1221 Francesco d’Assisi l’ammette al terzo Ordine francescano. Dopo l’ammissione, si dedica alla penitenza e alla solitudine. Alcuni fedeli di Castelfiorentino, per non farla andar via dal paese, le costruiscono una cella in riva al fiume Elsa, vicino ad un oratorio. Verdiana rimane reclusa, lì, nella celletta per 34 anni. Da una piccola finestra assiste alla messa e riceve il cibo.

Il miracolo del magazzino pieno e del suo combattere contro le vipere

Secondo la tradizione, durante il suo incarico di amministratrice presso uno zio facoltoso, spesso Verdiana coglieva occasione per donare ai poveri quello che giaceva nei magazzini. In una di queste circostanze vennero a mancare delle derrate che un compratore stava aspettando. Verdiana, che aveva donato quel cibo ai poveri, pregò lo zio di pazientare per un giorno e miracolosamente l’indomani il magazzino fu di nuovo fornito di quanto mancava.

Secondo un’altra leggenda, negli ultimi anni della sua vita avrebbe condiviso la celletta con due vipere, che avrebbero cercato invano di farla uscire all’aperto, ma non ne uscì se non dopo la morte.

Preghiera a Santa Verdiana

O Signore, ti chiediamo,

per intercessione della beata Verdiana,

di rendere pura la mente e puro il cuore dei tuoi fedeli, perché,

allontanata ogni forma di peccato e di male,

possano sempre essere alimentati dalla tua soavità.

Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio,

che è Dio, e vive e regna con te,

nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.

Amen.

LEGGI ANCHE: Oggi 11 agosto preghiamo Santa Chiara, discepola di Francesco

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it