Novena a Santa Giuseppina Bakhita – settimo giorno

Novena a Santa Giuseppina Bakhita

La Novena a Santa Giuseppina Bakhita (1869-1947, Sudan) ricorda la storia di una donna, sottratta all’affetto della famiglia (che mai più riuscirà a rintracciare), quando era molto piccola.

Santa Giuseppina Bakhita
photo web source

La vita e le vicende della Santa sono state raccontate anche in un video, prodotto dalla Nova-T, dal titolo “Le due valigie, S. Giuseppina Bakhita” (riferito ad una frase della Santa, riportata anche nella preghiera in basso), per la regia di Paolo Damosso, la fotografia di Antonio Moirabito e interpretato da Franco Giacobini e Angela Goodwin.
Si parla anche della sua famiglia di origine, che era composta dai genitori e da tre fratelli e tre sorelle. Nel Darfur, abitava ai piedi del Monte Agilere, luogo in cui il capo villaggio era lo zio.

Novena a Santa Giuseppina Bakhita – settimo giorno

Preghiera iniziale
O Padre di misericordia, che ci hai donato Santa Giuseppina Bakhita quale sorella universale, evangelico modello di fede semplice e di operosa carità, dona anche a noi la volontà di credere e amare, secondo il Vangelo, ed esaudisci le preghiere di chiunque invoca la sua intercessione. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Le parole di Santa Giuseppina Bakhita
“Io me ne vado, ma adagio adagio passo passo. Ho due valigie da portare con me, la mia piena di debiti, quella di Gesù, molto più pesante, colma di meriti. Io sono il suo attendente, egli è il mio capitano. Che farò prima di giungere al tribunale di Dio? Coprirò i miei debiti con i meriti di Maria, aprirò l’altra valigia e dirò: Eterno Padre, ora giudicate quello che volete”.
Pater; 3 Ave; Gloria.
Proposito: oggi, pregherò il Magnificat con la Vergine, affinché le sue parole colmino i miei silenzi.

Antonella Sanicanti

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI