Novena a Sant’ Espedito. Primo giorno

Novena a Sant' Espedito Martire. Primo giorno
Sant’ Espedito

Oggi, cominceremo a conoscere un Santo e Martire, la cui memoria si celebra il 19 Aprile.
Si chiama Espedito, ma questo è il nome che assunse al momento della sua conversione, per cui nessuno storico o religioso è riuscito mai a risalire alla sua famiglia di origine.

Nacque e visse nel III-IV secolo e fece parte di un gruppo di convertiti al cristianesimo, che venne martirizzato a Melitene (odierna città turca Malatya).
Erano guidati da Sant’ Ermogene e tutti si commemorano lo stesso giorno.
Sant’ Espedito, prima di diventare un cristiano pronto a dare la vita per il Vangelo, fu un soldato della Legione Romana. Per questo motivo, è rappresentato con l’armatura dell’epoca.

Oggi, comincia la Novena a lui dedicata e, mano a mano che la reciteremo, scopriremo un po’ di più sulla sua vita.
Iniziamo col dire che Sant’ Espedito è venerato in tutto il mondo ed è conosciutissimo a Milano, a Messina e ad Acireale, tanto per citare anche alcune città italiane a lui devote.
E’ considerato il Santo delle cause urgenti, quasi come se il suo nome evocasse un tale carisma.

Ed è in questo modo e per questo motivo che vogliamo pregarlo con convinzione anche noi, per affidare a lui le nostre “problematiche”, quelle che richiedono una soluzione istantanea, sicuri che non ci lascerà nell’abisso del insoluto.

Novena a Sant’ Espedito Martire

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

O Dio, vieni a salvarmi. Signore, vieni presto a soccorrermi. Gloria.

Cuore sacratissimo di Gesù, prega per noi

Cuore Immacolato di Maria, prega per noi

Sant’Espedito, prega per noi (3 volte)

10 Aprile – 1° giorno:
Dio onnipotente ed eterno che per mezzo dei Santi concedi le grazie più singolari, degnati di esaudire le umili suppliche che Ti porgiamo per mezzo del glorioso martire Sant’Espedito e, per i suoi meriti, dacci il tuo amore e la grazia di fare sempre ed in ogni cosa la tua santissima volontà.
Pater; Ave; Gloria.

Antonella Sanicanti