Novena per proteggersi dall’invidia: Secondo Giorno

Dio cura l’invidia

Parola di Dio

“ travisano sempre le mie parole, non pensano che a farmi del male. Suscitano contese e tendono insidie, osservano i miei passi, per attentare alla mia vita”

(Salmo 56, 6-7, Il fedele non soccomberà)

 ”I miei nemici sono vivi e forti, troppi mi odiano senza motivo, mi pagano il bene col male, mi accusano perché cerco il bene. Non abbandonarmi, Signore, Dio mio, da me non stare lontano; accorri in mio aiuto, Signore, mia salvezza”

(Salmo 38, 20-22. Preghiera nell’angoscia)

“Aguzzano la lingua come serpenti; veleno d’aspide è sotto le loro labbra. Proteggimi, Signore, dalle mani degli empi, salvami dall’uomo violento: essi tramano per farmi cadere. I superbi mi tendono lacci e stendono funi come una rete, pongono agguati sul mio cammino”

(Salmo 140, 4-6 – Contro i cattivi)

  1. Meditazione

Dio non ha potere solo nelle cose materiali. Può anche agire nel cuore delle persone. Ma Egli non trasforma il cuore di nessuno, se la persona non glielo permette. Egli, nel frattempo, può lavorare rispettosamente con la sua grazia, per far loro scoprire la loro malattia e far sorgere un desiderio di trasformazione. Per questo San Paolo pregava affinché l’amore dei suoi discepoli crescesse sempre più (Filippesi 1,9). Questo significa che possiamo pregare per le persone che ci invidiano, perché Dio li tocchi interiormente e curi la loro invidia. Dio è l’unico che può entrare in quei cuori, perché possano amare gli altri e perché non procurino loro alcun danno. Dice il Salmo che Dio conosce perfettamente il nostro interiore e vede i nostri pensieri più occulti (Sl 139, 1-4). Lo Spirito di Dio penetra l’intimità delle persone e, se chiediamo, Egli può intervenire proprio nell’interiore anche delle persone che ci invidiano. Possiamo pensare che esse ci invidiano perché hanno delle ferite nel loro cuore, molte sofferenze del passato che le portano a invidiare gli altri per  quello che loro non hanno realizzato. Possiamo chiedere al Signore che curi queste ferite, queste sofferenze occulte, perché non abbiano più la necessità di invidiare e far del male agli altri. Che agisca nei cuori, togliendo tutta l’invidia, mormorazioni o rancori verso di noi. Possiamo sempre offrire  in questa intenzione qualche sacrificio,….o qualche opera buona.

Preghiere

 Dio Mio, guarda coloro che vogliono farmi del male o mancarmi di rispetto, perché sono invidiosi di me.

Mostragli  la inutilità dell’invidia.

Tocca il loro cuore perché mi guardino con occhi buoni.

Cura i loro cuori dall’invidia, dalle loro ferite più profonde e benedicili affinché siano felici e non abbiano più bisogno di invidiarmi.Confido in te, Signore. Amen.