Novena di Natale in compagnia di Padre Pio – primo giorno

Diamo il via alla Novena del Natale, una preghiera devozionale che, per nove giorni consecutivi, ci farà riflettere sulla festività che stiamo attendendo.
Quest’anno ci faremo accompagnare anche dai pensieri di Padre Pio:

Novena di Natale – dagli scritti di Padre Pio

“Egli è per giungere; l’ora è per scoccare; la terra accoglierà il suo salvatore, ma il mondo non lo riconoscerà … Oh! In quanta confusione si trova l’anima mia nel considerare che chi sa quante volte ho chiuso la porta del mio cuore alle divine ispirazioni … quante volte ho rifiutato colui che bussava al mio cuore, per regnarvi qual sovrano d’amore, dando adito alle più vili passioni! Quale confusione, anima mia! O Gesù, sempre ricco di misericordia, perdonami!”.

Novena di Natale – primo giorno

Cristo è venuto: eppure noi l’attendiamo ancora come già gli antichi figli di Israele. Cristo è in mezzo a noi: eppure noi viviamo l’esperienza dell’esilio, “sapendo che finché abitiamo nel corpo siamo in esilio lontano dal Signore” (2 Cor 5,6).
Tutto il Nuovo Testamento è permeato di questa attesa del Cristo che deve venire e che sembra continuamente imminente. Ma il libro che riassume le attese di tutte le generazioni cristiane è l’Apocalisse, nei suoi ultimi passi.

Gesù verrà presto: (Ap 22, 12-16), senza distinzioni e condizioni.
Il mondo intero è nell’attesa e la nostra stessa preghiera deve essere protesa verso la venuta del Signore. In questo “Vieni, Bambino Gesù”, la nostra preghiera dovrebbe far proprie tutte le attese, le sofferenze fisiche e morali dell’umanità che vive accanto a noi. La sua venuta è, per ciascuno di noi, una realtà viva: “Ecco, sto alla porta e busso.

Se qualcuno ascolta la mia voce e mi apre la porta, verrò da lui, cenerò con lui ed egli con me” (Ap 3,20). Se lasciamo entrare il Bambino, ci farà partecipi dei suoi doni e dei suoi beni; dirà una parola a ciascuno di noi.
Questa parola si rivolge a tutti, senza distinzioni e condizioni. Nonostante i nostri peccati passati, la nostra mediocrità, l’insensibilità spirituale, basta credere all’Amore. La grazia di Dio può porre rimedio a tutto. (J. Danielou)

Noi Ti invochiamo:
In mezzo alle angustie del tempo presente
– Noi ti invochiamo, o Bambino Gesù.
Nella speranza di contemplare in Cielo quelle realtà in cui gli Angeli bramano fissare lo sguardo.
– Noi ti invochiamo, o Bambino Gesù.
Per noi stessi e per quanti attendono con fiducia la tua venuta
– Noi ti invochiamo, o Bambino Gesù.
Per il mondo intero e per gli uomini che ancora non ti conoscono
– Noi ti invochiamo, o Bambino Gesù.

O Bambino Gesù, degnati di accogliere la preghiera di quanti credono e sperano in Te; vieni presto a liberarci da questo nostro esilio e riuniscici nel tuo regno glorioso, dove tu vivi e regni con il Padre e lo Spirito Santo, nei secoli dei secoli. Amen.

Antonella Sanicanti

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI