Novena ai pastorelli di Fatima per chiedere una grazia – quinto giorno

Santi Giacinta e Francesco, i piccoli veggenti di Fatima che la Chiesa ha innalzato agli onori degli altari; sono i primi bambini non martiri canonizzati, e la loro memoria ricorre il 20 febbraio. 

Il loro, è il primo caso in assoluto per cui è bastato un solo miracolo prima per la beatificazione e poi la canonizzazione di tutti e due insieme. È Papa Francesco a presiedere la cerimonia durante la Messa di canonizzazione, celebrata sul sagrato del Santuario di Fatima.

pastorelli di fatima
Francesco e Giacinta veggenti di Fatima – photo web source

Rivolgiamo, fiduciosi nella loro potente intercessione, le nostre intenzioni di preghiera, e in particolare affidiamo i bambini e i giovani – le prime vittime di questo tempo di grande prova causato dal Covid e da tutto quello che ne consegue – che stanno pagando un prezzo altissimo.

Novena ai pastorelli di Fatima – quinto giorno

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

Preghiera
O Francesco e Giacinta, a cui la Madonna ha chiesto di pregare e fare sacrifici per i peccatori abbandonati, perché non vi era chi si sacrificasse e pregasse per loro, fate che sentiamo la stessa chiamata per tutte queste anime afflitte e tormentate. Aiutateci a intercedere per la conversione del mondo. Otteneteci la vostra fiducia incrollabile nella bontà della Madonna, che trabocca di amore per tutti i suoi figli, infatti è nella misericordia di Dio che vuole che tutti gli uomini si salvino.

Pater, Ave e Gloria
Padre nostro, che sei nei cieli, sia santificato il Tuo nome, venga il Tuo Regno, sia fatta la Tua volontà come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano, rimetti a noi i nostri debiti come anche noi li rimettiamo ai nostri debitori, e non abbandonarci alla tentazione, ma liberaci dal male.

Ave, o Maria, piena di grazia, il Signore è con te. Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

LEGGI ANCHE Medjugorje, messaggio della Regina della Pace: “Vi invito a pregare ancora di più”

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it