Non è facile liberarsi dalla Pornografia.

1401871758_xxx

Guarire dalla pornografia che può essere molto complicato soprattutto quando diventa una vera e propria schiavitù  afferma uno studioso esperto in fatto di dipendenze, dopo un mio intervento in un seminario sostenuto recentemente sugli effetti della pornografia e su come uscirne, un uomo che ha partecipato all’incontro mi ha confidato che nonostante i suoi sforzi e i suoi buoni propositi  non era riuscito ancora a scrollarsi di dosso l’attaccamento alla pornografia,anche se la voglia di piantarla c’era.

Allora gli domandai:

“Dov’eri un anno fa?”, gli ho chiesto. “Con quanta frequenza cadevi?” “Oh, wow”, ha detto, “in media una volta al giorno, a volte di più”. “E ora cosa succede?”, gli ho chiesto. “Una volta al mese”, mi ha risposto. “È impressionante”, ho replicato, “congratulazioni!”

Certo non è bello ne etico complimentarsi con qualcuno che cade ripetutamente, ma in questo caso i miglioramenti fatti sono visibili ed è lampante che i progressi fatti sono notevoli.

Nessuno può di colpo passare dal visionare regolarmente materiale pornografico ad eliminarlo di colpo. per eliminarlo del tutto Serve tanta PERSEVERANZA. Se hai guardato continuamente  materiale pornografico fin da bambino, decidere seriamente di rinunciarvi per sempre e dire: “mai più” può essere ammirevole, ma molto poco realista.

Ogni volta che  cadi di nuovo puoi pensare che liberarti dalla pornografia sia impossibile, che non c’è la farai mai. Ma se poi trovi la spinta giusta emotiva allora tutto diventa possibile.

Quando si parla della lotta  alla porno dipendenza, seguire il proprio progresso in modo visivo è una buona strategia per non cadere nello scoraggiamento. Ti darà un’idea realistica di quanto stai facendo bene le cose e ti ricorderà che devi affrontare la battaglia un giorno alla volta.

In questo post vorrei condividere con te tre semplici forme visive per seguire il tuo progresso, sufficientemente discrete perché nessuno sappia che si tratta del tuo tentativo di non guardare materiale pornografico. Spero che quest’anno tu prenda in considerazione l’implementazione di una di queste o di qualcosa di simile nella tua vita.

1. Calendario

Compra un calendario; mettilo in un posto in cui lo vedrai tutti i giorni (ad esempio al lato dello specchio del bagno o della macchina per il caffè). Ora prendi due evidenziatori di colore diverso: blu per la vittoria, rosso per la ricaduta. Per ogni giorno libero dalla pornografia fai un segno blu, per ogni giorno in cui hai avuto una ricaduta fai un segno rosso.

Se vuoi fare un passo avanti, ti suggerisco di rispondere a due domande per i giorni in cui hai avuto una ricaduta: “Cosa?” e “Dove?” Ovvero, qual è stata la causa scatenante? (“Scena alla televisione”, “Mi sentivo solo”) Dov’eri quando sei stato provocato? (“In soffitta a giocare a Xbox” o “In una stanza d’albergo”).

Alla fine del mese potrai avere la panoramica del mese trascorso, che con ogni probabilità sarà colorato di rosso e blu. Il tuo obiettivo è ridurre il rosso e aumentare il blu. Riconoscere cosa ti provoca in generale e dove cadi di solito ti aiuterà a stare in guardia contro le cause scatenanti.