Vietato negli ospedali “allattamento al seno e latte materno”

Una nuova follia imposta che proviene dal Regno Unito. Neologismi e cambio di frasi per seguire le linee guida dettate negli ospedali.

donna che allatta
photo web source

Non si deve più parlare di “allattamento al seno e di latte materno”. Questi termini e queste frasi saranno sostituiti da nuove parole, così come dettano le nuove linee guide dei nosocomi britannici.

Non più parole come “allattamento al seno”

Negli ospedali inglesi cambiano “parole e frasi” quando ci si vuol riferire a particolari elementi riguardanti il post nascita di un bambino. Arrivano, infatti, le nuove linee guida per gli infermieri delle unità prenatali del Brighton and Sussex University Hospitals NHS Trust.

Non ci saranno più termini come “allattamento al seno” o “latte materno”, ma “allattamento toracico” e “latte umano”.

Gli infermieri sono stati anche esortati ad evitare i termini “madri” e “donne”, a meno che non sia specificatamente richiesto, e si informa loro, altresì, di utilizzare termini neutri rispetto al genere come genitori e persone.

“Sono cambiamenti scandalosi”, affermano in molti

Un cambiamento che, in molti, hanno visto come folle e scandaloso. Uno sforzo per essere più inclusivi con i genitori trans e “non binari” e, per questo motivo, si attinge a piene mani a una neo lingua. Per ora, si tratta di un tipo di linguaggio che viene utilizzato, solo, in questo ospedale del Regno Unito e, già lì, in molti lo hanno criticato.

LEGGI ANCHE: Svolta storica: la famiglia è solo quella formata da una mamma e un papà

Si attendono chiarimenti da parte delle altre aziende ospedaliere per capire se sia stato, questa necessità di adottare nuovi termini, anche a tutti gli altri ospedali inglesi.

Fonte: informazionecattolica.it

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it