Il quadro della Madonna di Pompei

La tela che raffigura la Beata Vergine del Rosario di Pompei, venne acquistata quasi casualmente da Bartolo Longo (oggi Beato) e trasportata, da Napoli a Pompei, su un carro di letame, addirittura. Ristrutturata e posta in sede, servì a richiamare alla preghiera comunitaria, prima i devoti della zona, poi quelli di tutto il mondo.

Il quadro della Beata Vergine del Rosario di Pompei è alto 120 centimetri e largo 100. Mostra la Madonna col bambino in braccio, al centro, mentre ai lati ci sono San Domenico (a cui il bambinello porge la corona del Rosario) e Santa Caterina da Siena (che riceve la corona del Rosario dalle mani della Vergine).
La supplica, nota a tutti, scritta dal Beato Bartolo Longo si recita due volte l’anno: l’8 Maggio, giorno in cui, nel 1876, venne posta la prima pietra del Santuario di Pompei, e la prima domenica di Ottobre, sempre a mezzogiorno.ù

Il 7 Ottobre poi ricorre la festa della Madonna del Rosario e il 13 Novembre si commemora l’arrivo del quadro a Pompei, sul carro di letame.

Sono ormai passati 142 anni, dal 13 novembre del 1875, ma la devozione mariana cresce ogni anno di più.

Il Santuario di Pompei è considerato “il cuore mariano della Campania”, come disse il Santo Papa Giovanni Paolo II. Ma -si sa- che è un punto di richiamo per migliaia di persone che provengono da ogni Paese, a chiedere grazie alla Vergine e a ringraziarla dei prodigi che ha già compiuto nella loro vita.