Napoli: party di Halloween festeggiato in chiesa, a rischio la sacralità

Halloween in ChiesaIl Vaticano ha recentemente ricevuto un dossier di denuncia di utilizzo improprio delle chiese di Napoli: gli immobili sono stati utilizzati per delle feste private a pagamento, lo scalpore maggiore l’ha generato una festa di Halloween in chiesa.

In queste ore al Vaticano è pervenuto un dossier con all’interno nomi e foto di edifici ecclesiastici del napoletano utilizzati per l’organizzazione di feste e cerimonie private a pagamento. Gli edifici dovrebbero essere in totale 12, e sono quelli che ormai appartengono al Comune di Napoli e che vengono utilizzati soprattutto per l’esposizione di mostre d’arte o di fotografia. Anche queste sono state prese di mira da alcuni fedeli più conservatori che ritengono le tematiche e le immagini mostrate inappropriate al luogo in cui vengono organizzate le mostre.

Party di Halloween in chiesa, il caso di San Gennaro all’Olmo

Particolare scalpore ha suscitato la notizia, corredata di foto, della chiesa di San Gennaro all’Olmo (la stessa in cui venne battezzato Gianbattista Vico) utilizzata per una festa di Halloween a tema horror. Se già un festeggiamento di tale tipo va contro l’opinione della curia sulle festività del periodo (da tradizione dovrebbero essere giorni dedicati al ricordo dei cari defunti) le foto che mostrano delle ragazze sedute su un altare del 1500 e sopratutto quelle in cui viene inscenata l’impiccagione di una ragazza di fronte allo stesso, hanno generato la reazione stizzita della curia.

Sarà proprio per quest’ultimo eccesso che il dossier è finalmente giunto nelle mani de Vaticano e non è escluso che nei prossimi mesi possano essere presi dei provvedimenti a riguardo. In attesa di possibile sviluppi il cardinale Ravasi ha commentato al Cagliari Post quanto successo, spiegando che bisogna avere rispetto dei luoghi di culto e del loro valore artistico e storico: “Dobbiamo acquisire una maggiore consapevolezza del valore storico-artistico e simbolico dell’edificio sacro e delle opere d’arte in essa conservate”.

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

Luca Scapatello