Napoli attende il miracolo di San Gennaro: ecco la preghiera da recitare

Si avvicina il momento tanto atteso dal popolo napoletano, da vivere nella preghiera e nella speranza che il miracolo avvenga.

busto di san gennaro
photo web source

In occasione della Festa liturgica di San Gennaro, rivolgiamo a lui una particolare preghiera, insieme all’intera città di Napoli.

San Gennaro e la sua festa

Napoli è da sempre legata al suo Santo Protettore, Gennaro. In occasione della sua festa liturgica, l’intera città si riunisce per pregare, invocare la sua protezione e, soprattutto, per far sì che il Santo interceda ancora per la sua città, per l’intera Campania e per il mondo intero, attraverso la liquefazione del suo Sangue.

Ogni anno, i festeggiamenti in onore di San Gennaro si snodano in più giorni, alternando alla visione mistica anche quella processionale e di incontro fra il Santo ed il suo popolo.

La celebrazione di quest’anno nel rispetto delle norme Covid

Quest’anno, nel pieno rispetto di tutte le norme anti Covid, la Santa Messa sarà celebrata in Cattedrale, officiata dal neo Arcivescovo Metropolita di Napoli, Monsignor Battaglia, e il tutto alla presenza di soli 450 fedeli. Un numero contingentato sì, ma che permetterà comunque ai fedeli di assistere alla preghiera per il Santo Patrono, anche grazie alle dirette televisive di numerose emittenti locali.

Un momento di fede intenso, da vivere nella preghiera e nella speranza che il miracolo avvenga. Questi è segno di buon auspicio e di protezione, non solo per la città di Napoli, ma per tutti i devoti di San Gennaro sparsi in Italia e nel mondo.

La preghiera a San Gennaro

Ci rivolgiamo proprio a lui con questa particolare preghiera, affinchè elevi a Dio le nostre suppliche e speranze:

Salve, o potente governatore della città, salve, o Gennaro, padre e protettore della patria.

Tu che, confessando la fede di Gesù Cristo, hai ricevuto la corona del martirio; Tu che, quale atleta forte, trionfasti dagli aspri tormenti fino ad un combattimento mortale, e presentasti alla spada del carnefice il tuo capo già consacrato a Cristo e coronato con il fiore dell’eternità.

Noi lodiamo il tuo nome, glorioso per tanti strepitosi miracoli e celebre per i numerosi monumenti. Esultanti celebriamo il segno della nostra fede, che con venerazione vivamente lodiamo. Tu vivi ancora in mezzo a noi, per il tuo sangue ardente non meno che meravigliosamente loquace.

Tu che a buon diritto sei chiamato custode, proteggi favorevolmente e difendi la città di Napoli. Mostra l’ampolla con il tuo sangue a Cristo e difendici con il tuo patrocinio. Respingi con sollecitudine i pericoli che ci sovrastano, i terremoti, la peste, le guerre, la fame. Stendi la tua destra e tieni lontano, spegni, distruggi le ceneri e le folgori del Vesuvio.

Tu, datoci per guida verso il cielo, per avvocato presso Cristo, conducici al luogo del refrigerio. Sia lodata la SS. Trinità, che difende Napoli con il sangue di san Gennaro.

Amen”

LEGGI ANCHE: San Gennaro: dove è avvenuto il suo primo miracolo? – VIDEO

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]