Monte Sant’Angelo, ostie rubate: presi i colpevoli, sono due minorenni

Ostie rubateMonte Sant’Angelo: i carabinieri hanno individuato e preso i responsabili del furto delle ostie nella cappella dell’ospedale civile.

Martedì sera qualcuno si è introdotto nella cappella della clinica dell’ospedale Civile di Monte Sant’Angelo (Manfredonia) ed ha rubato le ostie consacrate. A scoprire il furto delle ostie è stato il parroco della cappella che ha immediatamente denunciato l’accaduto ai Carabinieri ed al vescovado di Cerignola-Ascoli. Proprio il vescovo di Cerignola, Monsignor Renna, ha diffuso ai fedeli l’accaduto con un comunicato in cui traspare il timore che le ostie rubate potessero essere utilizzate per qualche rituale satanico: “E’ un atto inaudito, compiuto volontariamente per sottrarre le Sacre Specie e utilizzarLe per chissà quali fini sacrileghi”. Il vescovo rimarcava anche che il peccato di cui si erano macchiati i colpevoli era meritevole di scomunica e che “L’assoluzione è riservata solo alla Santa Sede, vista la gravità del fatto”. Nello stesso comunicato il vescovo invitava i sacerdoti della zona ad effettuare delle Messe di riparazione, nel corso delle quali recitare una preghiera di liberazione dai peccati per purificare gli ambienti ecclesiastici da qualsiasi influenza negativa.

Monte Sant’Angelo, ostie rubate: individuati i colpevoli, sono due minorenni 

Per fortuna, però, pare che i colpevoli siano già stati individuati e che il loro furto fosse un semplice atto vandalico privo di altre finalità. Subito dopo aver ricevuto la denuncia da parte del sacerdote, i Carabinieri hanno aperto un’indagine ed hanno trovato i colpevoli grazie alle registrazioni delle telecamere di sorveglianza dell’ospedale Civile. A forzare il tabernacolo e rubare le Sacre Specie sono stati due ragazzini di 14 e 12 anni che in un primo momento avevano cercato di forzare invano la cassetta di sicurezza del C.U.P. e solo successivamente hanno ripiegato sul tabernacolo. I due minori sono stati segnalati al Tribunale dei Minori di Bari ed ai servizi sociali del capoluogo pugliese.

Ostie rubate
Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

Luca Scapatello