Monsignor Luigi Negri, la legge sull’eutanasia e passata nel colpevole silenzio di molti

Monsignor Luigi Negri,  non è uno che ha peli sulla lingua, e se deve dire una cosa la dice eccome, lo ha sempre fatto come uomo di Dio e come uomo di Chiesa. Per questo a lui va la nostra ammirazione e questa volta ancor di più, di fronte ad un fatto clamoroso che è passato in assoluto silenzio. E’ passata la legge sull’eutanasia alla camera senza colpo ferire con 326 voti favorevoli. Il provvedimento passa ora all’esame del Senato.

La Chiesa italiana (e anche tutti i cristiani aggiungiamo noi)  hanno perso la battaglia sull’introduzione di una legge italiana sull’eutanasia senza combattere, secondo l’ex arcivescovo di Ferrara-Comacchio, Monsignor Luigi Negri. Per Negri, questo è “serio e triste”.

Parlando a La Fede Quotidiana (Dicembre 2017), Negri ha detto che questo stato delle cose gli ha provocato “amarezza e delusione”.

Alla domanda se si aspettasse parole più chiare dai vescovi e dalla leadership episcopale, Negri risponde: “Io non mi aspetto ormai più niente e da nessuno”.

La Fede Quotidiana fa notare che i vescovi polacchi sono riusciti a far cambiare la politica alzando la voce. Negri commenta: “I polacchi sono pronti sempre ad assumersi le loro responsabilità e sono disposti ad una presenza viva”.

Noi ci domandiamo se questa deriva morale avrà mai fine. Hanno approvato il divorzio breve, hanno chiesto la fiducia sul matrimonio gay, hanno sostenuto l’agenda gender nella scuola, hanno dato il via libera alla legge sull’omofobia, ora si sono prodigati per fare approvare l’eutanasia omissiva e si dicono pure cattolici . Beh manca solo che mettano i cristiani quelli veri nel Colosseo con i leoni. Noi non facciamo politica ma ci sembra davvero che questi provvedimenti abbiano poco di cattolico, preghiamo questi signori solo di una cosa,  non mischiate il sacro col profano non prendete in giro l’intelligenza delle persone professarsi cattolici non significa esserlo, l’albero si riconosce sempre dai frutti come ci insegna il Vangelo.