Monica, posso testimoniare che la Madonna scende veramente sulla terra

 

 

 

Monica Comi è una donna di Vicenza che gestisce un bar in famiglia, conduce una vita normale con un marito e due figlie da amare e una fede incrollabile in Dio che è un retaggio della sua educazione cattolica. Il suo impegno in comunità è molto apprezzato, ogni domenica, dal 2002, anima le funzioni dando testimonianza della sua fede, una fede talmente forte da averle permesso di essere scelta dalla Madonna per delle visioni.

 

Tutto è cominciato durante la prima visita a Medjugorje, Monica aveva sentito le testimonianze di due amiche e di Paolo Brosio (famoso conduttore televisivo) così si convinse che doveva affrontare quel viaggio. Partita in macchina con il marito ed il figlio racconta di aver provato un senso di rilassatezza non comune non appena arrivata nel paesino. Il primo giorno si è recata alla collina delle apparizioni, dopo ore di preghiera vide un mutamento nel cielo e capì che Mirjana (una delle veggenti) stava parlando con la Madonna. D’un tratto si senti sola in mezzo alla moltitudine di credenti, di fronte a lei si crearono delle nuvole di colore chiaro che avevano le sembianze di Padre Pio e Giovanni Paolo II.

 

La donna era colma di gioia, ma presto le nuvole divennero nere e vide distintamente la forma di un teschio che le ricordò la zucca di Halloween. Provò tristezza e chiese consiglio ad un Sacerdote, questo le disse che Dio le mostrava l’esistenza del bene e quella del Male. Subito dopo il cielo si è schiarito e al posto delle nuvole apparve distintamente il volto di Maria: “I suoi occhi erano azzurri, ma di un azzurro indescrivibile. I capelli erano neri, sotto un velo leggero, bianco. Io ho visto solo il volto, come quello che si vede nelle immaginette di Medjugorje”.

 

Questa esperienza la convinse a  testimoniare quanto aveva visto, a mettere più impegno per divulgare la fede in Dio. Monica decise di tornare a Medjugorje, voleva una conferma che quanto aveva visto non fosse solo frutto di una suggestione. Ancora una volta le si è manifestata la Madonna, questa volta in bianco e nero, e come durante il primo pellegrinaggio la Madonna le ha voluto testimoniare la presenza del maligno: “Abbiamo sentito nel momento del silenzio, mentre Mirjana parlava con la Madonna, delle voci che dicevano “Vattene, vattene via”. Erano delle voci inumane, sia maschili che femminili, e si unificavano in una sola voce. Il mio cuore si è rattristato, mi sembrava di sentire la Madonna triste”.

 

Monica adesso vive l’esperienza Medjugorje nella sua casa di Vicenza, ogni giorno recita almeno un rosario e per far si che le sue preghiere possano essere ancora più forti ,invita a pregare dei gruppi di amici di fronte ad un capitello sul quale c’è la statua della Beata Vergine. C’è un’altra apparizione che ha dato la conferma a Monica che quanto visto a Medjugorje era una volontà divina: dopo il primo pellegrinaggio lei e suo marito vollero fare visita a San Giovanni Rotondo, li, ancora una volta, le nuvole assunsero delle figure familiari e la Madonna apparve nuovamente a Monica.

 

Una testimonianza di questo tipo richiede una spiegazione, ma Monica quale si è data? Interrogata da ‘Cristiani Today’ la donna ha detto: “Io penso che voglia che testimoni il suo grande amore verso tutti noi e che ci voglia condurre a suo Figlio. Mi chiede di essere una piccola matita, il suo piccolo strumento. Io non mi sento degna di tutto ciò”.