Miracolosamente intatta la statua della Madonna torna al suo posto.

12801400_804899219622392_2259082406133944489_n

 

Quello che vi segnaliamo non è il primo caso di furto di statue e oggetti sacri , ormai il rispetto ed il pudore sono un lontano ricordo, e il vecchio detto scherza coi fanti e lascia stare i Santi evidentemente non è più di moda..Gli episodi di intolleranza verso le cose sacre stanno aumentando, questo ci dovrebbe far riflettere sullo stato attuale delle cose. Ma la madonna ha voluto tornare al suo posto intatta, anche se il ladro aveva tutt’altre intenzioni, dimostrando che lei è la Regina della pace …

CASSINO – “La statua della Madonna di Medjugorje è tornata al suo posto, all’interno del giardino intitolato alla memoria del nostro giovane concittadino Cristian Pastore. Ringrazio le Forze dell’Ordine e nello specifico i Carabinieri della compagnia di Cassino che in tempo record sono riusciti a ritrovare la statua trafugata nella notte.”

A dichiararlo il sindaco Giuseppe Golini Petrarcone a seguito del ritrovamento della statua della Madonna di Medjugorje rubata nella notte in Piazza Abate Rea. Tutto è partito dalla denuncia sporta dal Presidente del Comitato “Regina della Pace di Medjugoire”, dopo che la scorsa notte qualcuno aveva rubato la statua raffigurante la Madonna di Medjugoire collocata in un’aiuola al centro della città.

I Carabinieri, a seguito di una tempestiva indagine, hanno eseguito una perquisizione presso l’abitazione di un 57enne di San Vittore, trovando proprio lì la scultura sacra trafugata la quale, alle 13.00 di oggi, è stata prontamente riconsegnata al presidente del Comitato e rimessa al suo posto.

“Alla notizia del furto – ha continuato il Sindaco – ho provato un forte senso di indignazione verso quello che ritengo essere stato atto di vandalismo. Soprattutto in considerazione del valore, non soltanto simbolico, che la statua, copia proveniente proprio dalla piccola città bosniaca di Medjugorje, ha per l’intera comunità cittadina.

Pensare di non poter mettere una statua in un giardino pubblico, divenuto luogo di devozione ed aggregazione, senza correre il rischio di vederla sparire è davvero desolante. Cassino è da sempre una città tranquilla e tutti insieme, cittadini ed istituzioni, dobbiamo fare in modo che rimanga tale, mantenendo sempre alta l’attenzione, attraverso azioni decise che condannino simili gesti e soprattutto ribadiscano il no di tutta la cittadinanza ad ogni forma, anche minima, di criminalità.

Per fortuna, in questo caso, il tutto si è risolto positivamente ed in tempi rapidi. Sapere che la statua è stata ritrovata mi rincuora, soprattutto perché viene restituita al suo luogo di appartenenza che ogni giorno è frequentato da tantissimi cittadini.”

Fonte: temporeale.info