Miracolosa protettrice delle Partorienti: ecco dove si trova

L’immagine della Vergine Maria del Divin Parto invocata in un momento speciale come quello del parto offre una protezione particolare

madonna del parto
Madonna del Parto – photo web source

A Roma, nella Basilica dei Santi Trifone e Agostino, si può ammirare una statua che, come narra la tradizione popolare, è invocata dalle donne prossime al parto: la Madonna del Divin Parto.

La Madonna del Parto a Roma

Siamo a Roma, nei pressi di Piazza Navona e, in pochi sapranno che, in una Basilica è presente un’immagine dedicata alla Vergine Maria, invocata in particolare dalle partorienti. Nella chiesa dei Santi Trifone e Agostino (oggi Basilica), una costruzione che Jacopo da Pietrasanta e Sebastiano Fiorentino, portarono avanti, conclusa nel 1483.

Una chiesa che, all’esterno, ha una facciata tipicamente rinascimentale, ma che al suo interno strizza l’occhio allo stile gotico. Una Basilica che è stata affrescata da Raffaello, con il celebre quadro di “Isaia”, al di sotto del quale è posizionato il gruppo marmoreo “S. Anna e la Madonna col Bambino” di Andrea Sansovino.

Cosa rappresenta l’immagine sacra

Una scultura che inizia ad introdurci a quel senso di familiarità e di serenità intima guardando come Sant’Anna volge il suo sguardo al Bambino. Tutto questo per introdurci a quella che lo scultore Jacopo Sansovino, in un’altra ala della Basilica, ha realizzato: la “Madonna del Parto”.

Un’immagine, realizzata per incarico della famiglia Martelli di Firenze, situata a destra del portale mediano, vede la Vergine, seduta in trono col Bambino in piedi sulla gamba sinistra, sopra una base di marmi, circondata di innumerevoli ex voto a seguito dei prodigi da lei operati.

La devozione del popolo

Secondo la devozione popolare, la Madonna del Parto, dal 1800, è invocata come protettrice delle partorienti. Nel 1822 Papa Pio VII, concesse un’indulgenza a chiunque avesse baciato il piede che sporge dall’ampio panneggio della Vergine.

Questa pia consuetudine ebbe un tale successo che il piede di marmo divenne in breve tempo talmente consumato da rendere necessaria la sostituzione con un piede d’argento.

Fonte: tv2000

LEGGI ANCHE: Maria in “attesa”: che futuro avrà il Figlio che partorirò?

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]