Il miracolo Eucaristico nella Basilica di Siena – Video

 

 

 

Il miracolo Eucaristico nella Basilica di Siena - Video
Miracolo Eucaristico

Pochi conoscono il miracolo Eucaristico, “conservato” nella Basilica di Siena, da quasi 300 anni.
Era il 14 Agosto del 1730; quel giorno furono consacrate moltissime ostie, perché ci si preparava per una celebrazione che prevedeva la presenza di parecchi fedeli.
Mentre i devoti erano impegnati in una processione, un ladro si introdusse in chiesa e rubò le particole.
Dopo tre giorni, però, forse illuminato dal Signore sull’oltraggio compiuto, le ripose nella “buca” delle offerte, di un’altra chiesa di Siena e, li, furono ritrovate intatte, subito dopo.
Da quel giorno, quelle 223 ostie restituite dal ladro sono ancora intatte, passate inalterate nel corso dei secoli, senza presentare nessuna traccia di muffa (che invece compare sopra il contenitore delle stesse) o di altra degenerazione.
Questo è un autentico miracolo Eucaristico, che cela e svela, in quelle ostie, la presenza viva di Cristo Signore.
Come ebbe a dire anche il Santo Papa Giovanni Paolo II, durante una visita alla Basilica di Siena nel 1980, commentando quanto osservata: “È la Presenza!”.
Questo prodigio divino è documentato ed è stato anche analizzato, più volte, nel corso dei decenni. Dopo 50 anni, dal recupero delle particole, si cominciò a parlare di miracolo, di ostie che sfidano ogni legge di natura, di quella farina impastata con acqua, che non si deteriora, col passare del tempo.
Lo scienziato Enrico Medi, disse, in merito alla questione: “Questo intervento diretto di Dio, è il Miracolo (…), compiuto e mantenuto tale miracolosamente per secoli, a testimoniare la realtà permanente di Cristo nel Sacramento Eucaristico”.
Nel video che segue, potrete sentire la testimonianza di chi, oggi, si occupa di diffondere nel mondo il culto di questo autentico miracolo Eucaristico, che va ben oltre la comprensione umana e ogni possibile spiegazione scientifica.

Antonella Sanicanti