Il messaggio profetico della Madonna a Suor Faustina Kowalska

Nel suo Diario, la Santa della Divina Misericordia, racconta della visione della Vergine Maria e delle sue parole profetiche.

Maria e Suor Faustina
photo web source

Il culto della Divina Misericordia e la Festa che si celebra la prima domenica dopo Pasqua, furono fortemente volute da Gesù, che li indicò a Santa Faustina Kowalska (Głogowiec, 25 agosto 1905 – Cracovia, 5 ottobre 1938) come un modo per attingere a grandissime grazie spirituali, dove sono aperti i canali della Sua stessa Misericordia.

Gesù le apparve moltissime volte lungo il corso della vita e le ordinò di scrivere un Diario che contenesse tutte le rivelazioni che Lui le avrebbe affidato, per far conoscere a tutti l’insondabile Misericordia di Dio, e di diffonderne il culto.

Il Messaggio della Divina Misericordia

Gesù spiegò alla Santa come la Sua Misericordia fosse infinita e incommensurabile, che Egli avesse un enorme desiderio che il mondo la conoscesse e ne potesse sperimentare le grazie:

«Ogni volta che vuoi procurarMi una gioia, parla al mondo della Mia grande ed incommensurabile Misericordia».

«I più grandi peccatori pongano la loro speranza nella Mia Misericordia. Essi prima degli altri hanno diritto alla fiducia nell’abisso della Mia Misericordia. Figlia Mia, scrivi sulla Mia Misericordia per le anime sofferenti. Mi procurano una grande gioia le anime che si appellano alla Mia Misericordia. A queste anime concedo grazie più di quante ne chiedono.

Anche se qualcuno è stato il più grande peccatore, non lo posso punire Se esso si appella alla Mia pietà, ma lo giustifico nella Mia insondabile ed impenetrabile Misericordia».

Anche la Madonna apparve più volte a suor Faustina, affidandole alcuni messaggi personali, tra i quali cui anche un messaggio profetico sulla fine dei tempi e l’importanza per l’uomo di ricorrere alla Divina Misericordia e del suo culto. Maria le rivelerà inoltre di essere la Madre della Misericordia, seguendola passo passo nella sua missione.

Maria nel Diario di Suor Faustina Kowalska

“Ad un tratto vidi la Vergine SS.ma col Bambino Gesù ed il Nonno Santo, che era dietro la Madonna. La Madre Santissima mi disse: «Eccoti il Tesoro più prezioso»”.

“Ad un tratto vidi la Madonna col Bambino Gesù. Il Bambino Gesù teneva la mano della Madonna. In un momento il Bambino Gesù corse gioiosamente nel mezzo dell’altare e la Madonna mi disse: «Guarda con quanta tranquillità affido Gesù nelle sue mani così anche tu devi affidare la tua anima ed essere come una bambina di fronte a lui». Dopo tali parole la mia anima fu ripiena di una misteriosa fiducia”.

“Mentre di seguito, durante i vespri, continuavo ad esaminare questa specie di miscuglio di sofferenze e di grazie, ad un tratto udii la voce della Madonna: «Sappi, figlia Mia, che sebbene Io sia stata innalzata alla dignità di Madre di Dio, sette spade dolorose mi hanno trafitto il cuore. Non far nulla a tua difesa; sopporta tutto con umiltà. Dio stesso prenderà le tue difese»”.

“È impossibile piacere a Dio non facendo la Sua santa volontà. «Figlia Mia, ti raccomando Vivamente di compiere fedelmente tutti i desideri di Dio, poiché questa è la cosa cara ai Suoi occhi. Desidero ardentemente che tu ti distingua in questo, cioè in questa fedeltà, nell’adempiere la volontà di Dio. La volontà di Dio anteponila a tutti i sacrifici ed olocausti»”.

“All’improvviso vidi la Santissima Vergine indicibilmente bella, che dall’altare si avvicinò a me, al Mio inginocchiatoio. Mi strinse a Sé e mi disse queste parole: «Vi sono Madre per l’infinita Misericordia di Dio. L’anima che mi è più cara è quella che compie fedelmente la volontà di Dio». Mi fece comprendere che ho eseguito fedelmente tutti i desideri di Dio e per questo ho trovato grazia ai Suoi occhi. «Sii coraggiosa; non temere gli ostacoli ingannevoli, ma considera attentamente la Passione di Mio Figlio ed in questo modo vincerai»”.

La profezia sulla fine dei tempi e la Divina Misericordia

La Madonna tratteggiò a Suor Faustina uno scenario di grande importanza: l’adesione o meno da parte dell’uomo alla volontà di Dio di donare a tutti la propria Misericordia, come ultimo appiglio di salvezza.

“Ad un tratto vidi la Madonna che mi disse: «Oh, quanto è cara a Dio l’anima che segue fedelmente l’ispirazione della Sua grazia! Io ho dato al mondo il Salvatore e tu devi parlare al mondo della Sua grande Misericordia e preparare il mondo alla Sua seconda venuta.

Egli verrà non come Salvatore misericordioso, ma come Giudice Giusto. Oh, quel giorno sarà tremendo! È stato stabilito il giorno della giustizia (cfr. At 17,31), il giorno dell’ira di Dio davanti al quale tremano gli angeli. Parla alle anime di questa grande Misericordia, fino a quando dura il tempo della pietà.

Se tu ora taci, in quel giorno tremendo dovrai rispondere di un gran numero di anime. Non aver paura di nulla; sii fedele fino alla fine. Io ti accompagno con la mia tenerezza»”.

(Tratto dal Diario di Suor Faustina Kowalska “La misericordia di Dio nella mia anima”)

Elisa Pallotta

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]