Medjugorje, il racconto di Sara: “Gli occhi di Maria mi hanno guarito”

MedjugorjeA Medjugorje Sara, giovane mamma di due bambine che aveva vissuto un forte trauma durante l’adolescenza ha trovato la serenità interiore che le ha permesso di tornare a vivere.

Sono innumerevoli le testimonianze di pellegrini che hanno trovato pace e serenità dopo il primo pellegrinaggio a Medjugorje. L’influenza benefica che la Regina della Pace regala ai pellegrini che approdano in Bosnia è talmente evidente che persino il Visitatore Apostolico Monsignor Hoser ha ammesso che i frutti di Medjugorje sono innegabili. Tra le tante storie di guarigione raccontante in questi anni, nelle pagine online del blog ‘Medjugorje tutti i giorni‘ è apparsa di recente anche la testimonianza di Sara, una giovane madre di due bambine che in passato aveva subito un tremendo trauma legato ad abuso sessuale.

Sara: “Dopo l’abuso non mi fidavo più di nessuno, a Medjugorje ho ritrovato la pace”

Nella testimonianza rilasciata al blog Sara spiega di essere stata abusata da una persona molto vicina alla propria famiglia quando era adolescente. I mesi e gli anni successivi sono stati un inferno, l’ansia cresceva giorno dopo giorno finché non sono arrivate anche le crisi di panico. Nessuno, nemmeno il fidanzato, riuscivano a darle serenità e permetterle di superare il trauma subito.

In quello stesso periodo Sara decide di andare in pellegrinaggio a Medjugorje e sin dalla prima sera accade qualcosa che le cambia la vita in positivo: “Appena arrivati in hotel il mio pensiero era fisso a come avrei passato la notte, perché era da anni che non riuscivo a dormire serena”, spiega infatti la donna a ‘Medjugorje tutti i giorni’. Quella notte riuscì a dormire subito (evento già straordinario) ma non solo, accadde anche dell’altro: “Sognai tutto il tempo Maria, quei suoi occhi azzurri che mi fissavano, mi sentivo cullata e amata, ed al mio risveglio lei era ancora lì”.

Il pellegrinaggio è proseguito in maniera serena, Sara non era mai stata così vicina a Dio come in quei giorni, una sensazione che la faceva stare bene. Quando è tornata a casa temeva che le inquietudini e la rabbia sarebbero potute tornare, ma così non è stato: “Non ho più attacchi di panico, insonnie né paure. Tutto è sparito come se non ci fosse mai stato… Grazie a Gesù e a Maria sono rinata a nuova vita”.

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

Luca Scapatello

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]