Medjugorje non è come sembra…

 

12191565_1119394514737698_1738302715156883673_n

Mi chiamo Marco e ho voluto rendere pubblica questa mia testimonianza per amore della verità, che va sempre proclamata e accolta. Io e Medjugorje non abbiamo mai avuto un buon rapporto per tanti motivi, uno dei principali è quello che il mio parroco era totalmente contrario a queste presunte apparizioni, non ne voleva sentire assolutamente parlare , anzi in confidenza mi diceva qui c’è lo zampino del demonio. Anche il mio Vescovo per questioni di prudenza non parlava mai del piccolo Santuario Bosniaco, ed io mi sono convinto che in quel luogo non ci avrei mai messo piede, per nessuna ragione al mondo. Eppure ero tormentato da persone anche molto devote e credenti, che non facevano altro che parlarmi delle apparizioni della Madonna di Medjugorje , mi raccontavano le loro esperienze positive, della pace e della gioia che avevano sperimentato, ed io guardavo i loro occhi che mentre raccontavano le loro esperienze si illuminavano di una luce particolare. E nel mio cuore sentivo questa voce: ma in quel posto deve avvenire qualcosa di particolare, le persone tornano diverse, cambiate. Hanno una pace e una serenità non comuni, e poi le preghiere le confessioni le messe i rosari recitati, la via Crucis, l’Adorazione Eucaristica  le musiche i canti il raccoglimento, la devozione, tutte cose belle positive, tanto che cominciavo a pensare che persino il demonio si fosse impazzito visto che operava in favore della fede.. Le testimonianze favorevoli su Medjugorje superavano ampiamente quelle contrarie, e con una grande differenza quelli che ne parlavano male non c’erano mai stati, e lo facevano solo per sentito dire, al contrario quelli che ne parlavano bene era perchè in quel posto ci sono andati e hanno toccato con mano la Grazia..Questa differenza mi colpiva molto e piano piano un tarlo si è insinuato nella mia mente, voglio scoprire la verità e voglio farlo da solo , devo andare!!!!!!

Un carissimo amico mi invita a partire in pellegrinaggio con lui , con una buona organizzazione gente seria ed affidabile il prezzo era buono decido di partire , senza grandi aspettative spinto soprattutto dalla curiosità, ma anche con il cuore aperto pronto eventualmente ad essere smentito. Voliamo in aereo e in meno di un’ora atterriamo a Mostar che dista pochi chilometri da Medjugorje, la nostra guida seria e preparata ed anche simpatica ci raduna saliamo su un bus pronti per il trasferimento. Accompagnati da un sacerdote giovane e simpatico sul bus la guida ci spiega un po il senso di questo pellegrinaggio e il sacerdote ci fa pregare e poi impartisce la sua benedizione su ciascuno di noi. Devo dire che le parole della guida mi hanno molto toccato, non era un esaltato,  un visionario, mi ha trasmesso una grande serenità una grande fede, ha parlato con equilibrio senza enfatizzare niente, Ha centrato il mio cuore con poche parole dette al momento giusto, soprattutto sembrava che mi conoscesse , che conoscesse i miei pensieri, lo scossone più forte l’ho avuto quando ha detto nessuno viene a Medjugorje per caso, tutti vengono perchè rispondono ad una chiamata personale della Madonna, anche quelli che dicono di venire spinti dalla curiosità. Li ho sentito che quelle parole erano proprio per me, ed è iniziato uno sconvolgimento interiore che è durato tutto il pellegrinaggio, io ero stato a Lourdes bellissima esperienza, sono stato a Fatima mi è rimasta nel cuore, ma niente è paragonabile a quello che è successo li , una serie di emozioni e sensazioni indescrivibili. Che cosa ho visto? tanta preghiera tanta fede, la cosa che più mi ha sconvolto sono le interminabili file nei confessionali, nessuno parla male di quelli che sono contrari alle apparizioni , di quelli che non ci credono. Ho vissuto un crescendo di emozioni che hanno sconvolto tutte le mie diffidenze, il mio scetticismo è svanito e ha lasciato il posto, ad una grande convinzione che questo posto così ameno semplice è stato scelto davvero da Dio per realizzare qualcosa di grande. E quando è arrivato il momento di ripartire di tornare a casa io mi sono messo a piangere perchè non volevo più tornare indietro, ho sentito un vuoto nel cuore come se mi staccassi da qualcosa che mi appartenesse da sempre. Io a Medjugorje ho sentito tutto l’amore della Madonna nel mio cuore e questo abbraccio non me lo scordo più. Questa mia testimonianza non ha alcuna pretesa, io non voglio convincere nessuno, voglio solo gridare al mondo intero quello che è accaduto a me perchè possa aiutare anche altre persone. Un consiglio da amico ve lo voglio dare non parlate mai di Medjugorje senza esserci andati , c’è il rischio di essere completamente smentiti come è accaduto a me. Buona vita a tutti voi con la Benedizione della Mamma Celeste…..