Medjugorje, messaggio della Regina della Pace: “Sperimenterete la gioia”

La Madonna nel suo messaggio per oggi, ci chiama ad essere gioiosi. Ma in questo tempo segnato da conflitti, morte, divisione, solitudine, è davvero possibile? 

Sono i preziosi insegnamenti che abbiamo la grazia di attingere alla Sua scuola della preghiera.

La statua della Madonna sulla Collina delle apparizioni a Medjugorje
Messaggio per oggi da Medjugorje

Questo tempo, che dura dal 24 giugno 1981, è caratterizzato da un avvenimento che è unico nella storia dell’umanità, la presenza della Madonna in mezzo a noi, a Medjugorje.

Medjugorje, messaggio del 25 Settembre 2000 alla veggente Marija

Cari figli, oggi vi invito ad aprirvi alla preghiera. Che la preghiera diventi la vostra gioia. Rinnovate la preghiera nelle vostre famiglie e formate gruppi di preghiera, così sperimenterete la gioia nella preghiera e comunione. Tutti quelli che pregano e sono membri di gruppi di preghiera, nel cuore sono aperti alla volontà di Dio e testimoniano gioiosamente l’amore di Dio. Io sono con voi a vi porto tutti nel mio cuore e vi benedico con la mia benedizione materna. Grazie per aver risposto alla mia chiamata“.

Riflessione

La Madonna vuole che siamo gioiosi. Ma in questo tempo segnato da tanta sofferenza, morte, divisione, solitudine, è possibile? Sì, la gioia di cui le ci parla è possibile nonostante tutto. È la stessa di cui parla Gesù quando ci invita a gioire nonostante il dolore perché “I vostri nomi sono scritti nel Libro della Vita”. Non si tratta di una felicità dettata dalle circostanze più o meno favorevoli, ma dal sapersi amati, pensati dall’eternità e per l’eternità. Una verità tanto grande e impossibile da comprendere umanamente, ma che si può accogliere nel cuore per grazia di Dio.

Seppur ci ritroviamo a fare i conti con le guerre, le pandemie, la condizione per sperimentare la gioia, non è l’assenza dei problemi, ma è la naturale conseguenza di un cuore animato dalla fede e dalla speranza nella vita eterna. Noi tutti cerchiamo la gioia, ma capita spesso, di voler sostituire la vera gioia, con gioie effimere. I piaceri della vita, seppur ce ne sono di buoni, non durano per sempre, e non ci soddisfano nel profondo, allora se ne cercano sempre di nuovi, che non bastano mai.

La prima cosa è la preghiera, che opera nei nostri cuori e li apre alla speranza nella vita eterna che è il dono di Gesù per ognuno di noi.

LEGGI ANCHE: Medjugorje, messaggio della Regina della Pace: “Vi chiamo tutti di nuovo”

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it