Medjugorje : Come cambia la tua vita in 5 minuti.

12289702_760984687347179_7753556496966116265_n
UNA DELLE TANTE GRAZIE DI UN LUOGO SPECIALE.
Sono stata anch’io a Madjugorje come tanti e ho un ricordo vivissimo di come una sera, stentando ad addormentarmi, mi incamminai da sola per il paese. Le porte della chiesa erano aperte e illuminate pensai a qualche funzione sfuggitami. C’era gente davanti ad un ostensorio grande che si vedeva già da una certa distanza, perché facevano così ? Mah! Non avevo la consapevolezza di che cosa fosse e mi sedetti a guardare anch’io. Passo’ veloce la notte senza accorgemene e fresca per un’altro giorno di pellegrinaggio. Tornai in Italia e tutto riprese come prima. Qualche mese più tardi inizia per me la mia ” notte oscura”. In un dolore indicibile del cuore mi ritrovai sola, disorientata e confusa, mi chiusi in me stessa non lasciando posto a nessuno, non stavo bene neanche con me stessa anzi mi odiavo così tanto da volermi eliminare. Presa per i capelli sola in un letto di ospedale psichiatrico pensavo a Medjugorje , alle persone che sostengono che si ricevono delle grandi grazie, beh pensavo, con me non ha funzionato, ero nel nulla, perché ? Nei giorni a venire mi fece visita una persona conosciuta poco tempo prima, era a conoscenza della mia esperienza medjugoriana e inizio’ a parlarmi dell’adorazione in modo piu’ profondo, di come il Signore lavora l’anima mi ripeteva che la mia ” grazia” era proprio il rivoltarmi come un calzino, per farmi una persona nuova, perché fino ad all’ora avevo vissuto a modo del mondo. Beh si, era vero pensai, io i dieci comandamenti, a parte alcuni, li avevo fatti tutti al contrario. Decisi così , subito, appena si inauguro’ l’adorazione perpetua , di rispondere il mio eccomi con un’ora a settimana al mattino presto, una sfida a me stessa visto che mi alzavo alle 12 e più . Ben presto le ore divennero due e poi tre, sempre alla stessa ora. Ora sono disponibile per l’estate e il mese prossimo, agosto, voglio essere li’ tutto il giorno. Voglio stare sempre con Lui, come ha detto un religioso alla scuola di adorazione ….. e’ come una calamita, ti attrae sempre più . Ho sperimentato di come l’amore, il vero amore, trasformi. Me l’ha confermato Parey le Monial , un viaggio d’amore nell’Amore. Si può realizzare qualsiasi cosa nel nome del Signore, quando sono davanti a Lui lo guardo e appoggio il mio capo sul suo petto come ha fatto Giovanni, rimango all’ascolto e lo… amo. ” Venite voi tutti stanchi e oppressi…..” A oggi chi mi chiede che cosa mi serve a stare li’ ore e ore gli rispondo ……… al mio decollo.