Medjugorje: qual è il nostro atteggiamento verso i Messaggi

La Madonna a Medjugorje ci mette in guardia dal rischio, che è per tutti, di incorrerre in un approccio sbagliato verso i Suoi messaggi.

Medjugorje: Messaggio per questo lunedì

Non voglio costringere nessuno a fare ciò che non sente e non desidera da sé, sebbene io abbia avuto per la parrocchia messaggi particolari, coi quali volevo risvegliare la fede di ogni credente”.
E’ la risposta data dalla Regina della Pace alla veggente Marija che le domanda il motivo per cui, il giovedì precedente non le aveva trasmesso alcun messaggio rivolto ai parrocchiani di Medjugorje.

E’ utile fare una premessa: a cominciare dal 1° marzo 1984, la Madonna ogni giovedì, rivolgeva i suoi messaggi alla comunità di Medjugorje per il tramite della veggente Marija, affinché la parrocchia di Medjugorje divenisse un modello per le parrocchie di tutto il mondo. Successivamente, a partire dal 25 gennaio 1987, la Vergine ha consegnato i messaggi a Marija e attraverso di lei all’umanità, solo ogni 25 del mese. E tutto questo continua ancora oggi.

Medjugorje, Messaggio della Madonna del 30 aprile 1984 alla veggente Marija

La veggente Marija ha chiesto alla Madonna: “Madonna cara, perché giovedì non mi hai dato nessun messaggio per la parrocchia?” La Madonna ha risposto così:
Non voglio costringere nessuno a fare ciò che non sente e non desidera da sé, sebbene io abbia avuto per la parrocchia messaggi particolari, coi quali volevo risvegliare la fede di ogni credente. Purtroppo un numero molto esiguo ha raccolto i messaggi del giovedì. All’inizio erano parecchi. Ma poi è diventata come un’abitudine. Ed ora, in questo ultimo periodo, chiedono dei messaggi solo per curiosità, e non per fede e per devozione verso mio Figlio e verso di me”.

Riflessione del Messaggio per oggi sul rischio dell’abitudine

La Madonna è venuta per risvegliare la fede viva nei nostri cuori sempre più inariditi e lontani da Dio. Ma come Lei stessa dice “Purtroppo un numero molto esiguo ha raccolto i messaggi del giovedì. All’inizio erano parecchi. Ma poi è diventata come un’abitudine”. Il pericolo di abituarsi alla Grazia riguarda tutti, nessuno è immune.
Quello che è accaduto ai parrocchiani di Medjugorje, accade a moltissimi pellegrini che ripartono con entusiasmo ma dimenticano la cosa più importante: vivere i messaggi della Madonna, che sono l’essenza di Medjugorje, a casa, nella loro quotidianità.
Simona Amabene
La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]