Meditazione al Vangelo di oggi a cura di Don Gaetano

LUNEDI’ DELLA TERZA SETTIMANA DI AVVENTO

Dal Vangelo secondo Matteo

Così fu generato Gesù Cristo: sua madre Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo. Giuseppe suo sposo, poiché era uomo giusto e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto.
Mentre però stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo; ella darà alla luce un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati».
Tutto questo è avvenuto perché si compisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta:
«Ecco, la vergine concepirà e darà alla luce un figlio:
a lui sarà dato il nome di Emmanuele»,
che significa «Dio con noi».
Quando si destò dal sonno, Giuseppe fece come gli aveva ordinato l’angelo del Signore e prese con sé la sua sposa. ( Mt 1, 18-24 )

Per scendere in mezzo a noi il Verbo del Padre ha avuto bisogno non solo del “Si” di Maria ma anche del “Si” di Giuseppe . La via scelta dal Figlio di Dio è stata quella della famiglia, prima cellula della società. In questa singolare famiglia – quella di Nazaret – tutto si costruisce nell’obbedienza al Padre; ed era ben giusto dal momento che la prima coppia falli’ proprio disobbedendo al comando del Signore. Ma c’è di più: il protagonista di questa santa famiglia è lo Spirito Santo! A Maria l’angelo aveva detto: lo Spurito Santo scenderà su di te , la Potenza dall’Altissimo ti adombrera”! A Giuseppe l’angelo dice lo stesso: “non temere di prendere con te Maria tua sposa; il bambino che é generato in lei viene dallo Spirito Santo” . E Giuseppe obbedisce e si mette subito al servizio della volontà divina. Ogni famiglia umana possa somigliare a questa, soprattutto nella piena consacrazione e obbedienza al Padre, in modo che Iddio abbia il primo posto in tutte le opere dei suoi membri. In questi giorni di immediata preparazione al Santo Natale del Signore, prendiamo, come Giuseppe, Maria nella nostra vita perché da Lei viene a noi Colui che é l’Emmanuele, venuto a salvarci dai nostri peccati.

Buona giornata. Vi benedico. Don Gaetano

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it