Medaglia Miracolosa: ecco le nuove tappe del pellegrinaggio

Durante il mese mariano, il pellegrinaggio dell’effige della Madonna della Medaglia Miracolosa toccherà la Toscana e la Liguria.

Pellegrinaggio Medaglia Miracolosa
Ufficio stampa Famiglia Vincenziana

Si partirà il 10 maggio da Pontassieve per concludere il giorno 31 a Prato, passando per La Spezia e altre città marittime.

Nel 190° anniversario di Rue de Bac

Lo scorso 11 novembre 2020, in Vaticano, con la benedizione di Papa Francesco è iniziato il pellegrinaggio in Italia dell’effige della Madonna della Medaglia Miracolosa, in ricordo del 190° anniversario delle apparizioni a Santa Caterina Labouré, in Rue de Bac, a Parigi, iniziativa promossa dai Missionari Vincenziani d’Italia in collaborazione con la Famiglia Vincenziana.

Anche oggi, come nel 1830, il mondo è sconvolto dalla povertà, dalla violenza, dall’emergenza sanitaria ed economica. La Santa Vergine ci invita ai piedi dell’altare e dopo 190 anni, continua a vegliare su di noi perché il suo amore verso l’umanità è irrevocabile!

Breve storia delle apparizioni

Era la notte tra il 18 e il 19 luglio 1830 quando Caterina Labouré una giovane Figlia della Carità di San Vincenzo de’ Paoli, vide la Santa Vergine con cui ebbe un lungo incontro. Tra le parole della Santa Vergine: “I tempi sono molto tristi. Disgrazie verranno ad abbattersi sulla Francia. Il mondo intero sarà sconvolto da calamità di ogni genere. Ma tu vieni ai piedi di questo altare, qui le grazie saranno sparse su tutte le persone che le chiederanno con confidenza e fervore… ho sempre vegliato su di voi”. Ancora il 27 novembre 1830 Caterina Labouré vide la Santa Vergine con un piccolo globo (che rappresenta l’umanità) tra le mani; ne contemplò la bellezza e accolse la missione di far coniare una Medaglia: “le persone che la porteranno riceveranno grandi grazie!”.

I Vincenziani, fedeli alla Parola di Dio e ispirati dal proprio plurisecolare carisma che li chiama a servire Dio nei poveri, con l’iniziativa di Maria Pellegrina desiderano ricordare che ancora oggi la Santa Vergine ci invita ai piedi dell’altare.

Nuove tappe del pellegrinaggio

Lunedì 10 maggio la statua della Vergine della Medaglia Miracolosa giungerà a Pontassieve (FI); il giorno dopo verrà portata a Firenze dove resterà l’11 e il 12 maggio per poi essere portata all’Isola d’Elba dove rimarrà il 13 e 14 maggio. Nella giornata di venerdì 14 la statua verrà portata a Porto S. Stefano (GR) e da lì a Grosseto dove resterà il 15 e 16 maggio. Nella giornata di domenica 16 la sacra effige giungerà a Vaiano (PO) per rimanervi anche il 17 mentre il 18 sarà portata nel capoluogo di regione.

Il 19 la statua sarà a S. Donato a Livizzano (FI) e il 20 a S. Miniato (PI). Il 21 maggio la sacra effige giungerà in Liguria, alla Spezia, mentre il 22 sarà portata a Campomorone (GE) e il giorno seguente a Genova. Il 24 maggio la statua tornerà in Toscana, a Quercianella (LI) e il 25 e 26 a Livorno. Il 27 la statua della Vergine della Medaglia Miracolosa tornerà in Liguria, alla Spezia, mentre il 28 tornerà in Toscana, a Lucca. Il pellegrinaggio in terra toscana si concluderà a Prato dove la sacra effige sosterà dal 29 al 31 maggio.

La Vergine della Medaglia Miracolosa continua ancora oggi, dopo 190 anni, a vegliare sull’umanità intera e viene pellegrina a visitare e incontrare le Comunità ecclesiali sparse per l’Italia compiendo così la promessa d’amore contenuta nel suo Messaggio: “Io stessa sarò sempre con voi … abbiate fiducia … non scoraggiatevi”.

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it