Matrimonio gay: Presenteranno direttamente in aula il ddl Cirinnà

matrimonio-gay4-jpg-crop_display

Come era ampiamente previsto anche se Qualcuno si era illuso che il ddl Cirinnà, quello che legalizza il matrimonio gay e l’adozione e – alla fine – l’utero in affitto fosse stato rimandato a data da destinarsi,  affossato.

Invece l’aveva detto l’onorevole Roccella e noi abbiamo temuto con lei che avesse ragione: alla faccia della democrazia, del rispetto per le istituzioni ecc.

Per evitare la discussione degli emendamenti, la Cirinnà porterà direttamente in aula il suo disegno di legge. La scusa della lentezza dei lavori della Commissione è pretestuosa e bugiarda,

matrimonio gay_unioni civili_GalantinoChe il testo sia proprio lo stesso, dietro un piccolo camuffamento per nulla “coprente” lo dice anche L’Espresso: “Nell’articolo 3 ecco arrivare il cuore delle modifiche. Spariscono infatti molti dei riferimenti diretti agli articoli del codice civile che disciplinano il matrimonio (così come, del resto, il nuovo testo rinuncia a inserire “ovunque nelle leggi, decreti e regolamenti” la parola “unione civile” dopo la parola “matrimonio”): alcuni – come l’articolo 143 e 144 sugli obblighi tra coniugi, indirizzo e residenza –sono recuperati nella sostanza, ma con una formulazione leggermente diversa, che salta sistematicamente la parola “famiglia”; ad altri – come il 147 e il 148 sugli obblighi verso i figli – si rinuncia semplicemente. Ma nulla cambia nell’articolo 5, quello che prevede la stepchild adoption: secondo il testo Cirinnà, che resta identico anche in questa versione, la facoltà di un coniuge di “adottare il figlio anche adottivo dell’altro coniuge” verrà infatti estesa ai componenti delle unioni civili”.

Noi, con la Manif, diciamo: “Possono spostare tutte le virgole che vogliono, le “nuove” unioni civili restano la fotocopia sostanziale del matrimonio e legittimano con la stepchild-adoption la pratica criminale dell’utero in affitto, perciò restano per noi del tutto inaccettabili”. “Se Parlamento e Governo porteranno in Aula le unioni civili noi riporteremo in piazza il popolo, contro la rottamazione del matrimonio e il mercato dei figli”.

Redazione

ORA PIU’ CHE MAI

DIFENDIAMO I BAMBINI E LA FAMIGLIA DAI TENTATIVI DI

LEGALIZZAZIONE DELLE UNIONI CIVILI

http://www.notizieprovita.it/legislazione/matrimonio-gay-presenteranno-direttamente-in-aula-il-ddl-cirinna/