Maria Goretti: ha difeso con fortezza la dignità della donna

Maria Goretti non aveva ancora compiuto 12 anni, quando un ragazzo, Alessandro, più grande di otto anni, cercò di abusare di lei. 

Difese con fermezza la sua dignità di giovanissima donna, consapevole della gravità del peccato.
Le cronache processuali dell’epoca, riportarono che Maria Goretti veniva uccisa con inaudita violenza da un adulto che tentò di stuprarla.

E’ evidente che c’era disparità tra i due, per età, sesso e forza: lui aveva 20 anni, lei 11. E sul piano fisico il ragazzo era certamente in vantaggio. Quindi possiamo immaginare quanta determinazione e forza interiore Maria tirò fuori per opporgli resistenza. Il tragico fatto di cronaca nera, colpì duramente la comunità di allora per la brutalità del gesto che a distanza di oltre cento anni, è stato però falsato dall’immaginario collettivo.

Maria Goretti: santa ed eroina

Erroneamente è stata dipinta come una figura lontana, disinnestata dalla realtà. Invece Maria Goretti era assai inserita nella vita concreta. Forte e decisa, nonostante l’età, lavorava, accudiva i fratelli, pregava. A quell’epoca si imparava in fretta il senso di responsabilità, che invece manca oggi tra i giovanissimi. Chi la conosceva, rimaneva stupito che nonostante la fatica e la condizione di miseria in cui viveva, si mostrava sempre serena, sorridente e disponibile con tutti.

Quante volte, abbiamo sentito pronunciare con dileggio la frase ”Non è Santa Maria Goretti”, associandola a un certo puritanesimo, a un atteggiamento troppo intransigente moralmente. Come se l’atto di preservare la sua purezza fosse una mortificazione. E’ assolutamente fuorviante l’immagine che le viene associata e distante da ciò che in realtà lei rappresenta. E si finisce per ridicolizzare un atto forte e deciso.

Maria Goretti è stata capace di grandi virtù. Prima ancora di perdonare il suo aggressore che l’aveva colpita con inaudita violenza con 14 coltellate al ventre, fu capace di lottare con fortezza per difendere la sua dignità di donna. Le vere femministe dovrebbero osannarla come eroina invece di relegarla con sarcasmo all’immagine di un santino lontana dal mondo.

Innamorata della vita e della sua dignità

Maria Goretti è tanto attuale e rappresenta la forza della donna, della sua dignità che lotta per non permettere all’uomo che le sta di fronte di abusare di lei, della sua infanzia. E il suo esempio è un monito per coloro che stanno operando in modo sempre più esplicito una precoce e perversa sessualizzazione dei bambini, colpendoli nella loro innocenza.

Maria Goretti era una bambina innamorata della vita nonostante la sua indigenza, della propria dignità, della propria famiglia e di Dio. Un esempio per i giovani di oggi e per gli educatori.

Santa Maria Goretti reliquia
photo web source

E’ patrona della gioventù e della città di Latina e sarebbe bello se venisse nominata anche patrona delle donne vittime di stupro e patrona della rispettabilità dell’infanzia e protettrice da qualsiasi bieco tentativo di violarla.

Simona Amabene  

@Riproduzione riservata 

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

 

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]