Madre Teresa viaggiò in aereo accanto a me, mi mise in mano il suo Rosario e mi convertì

 

Oggi vi raccontiamo una storia di conversione avvenuta per caso su un aereo diretto a Chicago (Stati Uniti). Protagonista indiretta di questo miracoloso abbraccio a Dio è Madre Teresa di Calcutta, in viaggio per fare visita alla comunità cattolica americana e pregare per la salvezza dei poveri della città al confine con il Canada.

A convertirsi un giovane americano che si trovava sullo stesso aereo per ragioni di lavoro: “Quella notte del 1981, mi imbarcavo su un aereo, a Chicago, in Illinois; mi sedetti stanco. Mentre i passeggeri imbarcavano, l’aereo si riempiva del brusio delle conversazioni. D’improvviso la gente ammutolì (…). Mi girai per vedere cosa succedeva e restai a bocca aperta”.

Nessuno dei presenti si aspettava di viaggiare assieme a Madre Teresa e quando la videro rimasero interdetti, lo stesso narratore del racconto confessa di aver avvertito una strana sensazione di stupore quando comprese che non si trattava di una semplice suora: “Due religiose avanzavano nel corridoio, vestite di un semplice abito bianco bordato di azzurro. Riconobbi subito il viso di una di loro, la pelle tutta rugosa, gli occhi di una calorosa intensità. Questo viso l’avevo visto sulla copertina della rivista Time”.

Presto il ragazzo comprese che le due suore si sarebbero sedute accanto a lui e che avrebbe viaggiato insieme a Madre Teresa. Quando i portelloni si chiusero e tutti i passeggeri erano stati imbarcati le due religiose presero in mano il rosario e cominciarono a pregare: “Madre Teresa e la sua compagna di viaggio presero il loro rosario. Notai che ogni decina era formata da grani di differente colore. Madre Teresa mi spiegò, in seguito, che le decine rappresentavano le differenti parti del mondo e aggiunse: ‘Prego per i poveri e i moribondi di ogni continente’ “.

Il giovane racconta di non essere stato, al tempo, un grande religioso, la sua appartenenza alla fede era principalmente un adesione formale, ma, ciò nonostante, in quel momento cominciò a pregare senza rendersene conto. Dopo qualche minuto Madre Teresa si rivolse al giovane chiedendogli se fosse abituato a pregare quotidianamente il rosario e questo rispose di no, così lei con un sorriso gli disse: “Ebbene, lo farà adesso” e gli pose un rosario tra le mani.

Dopo quell’incontro la vita di quel ragazzo è cambiata radicalmente, il suo atteggiamento scostante nei confronti della religione si è tramutato in una fede sincera ed in un’assidua frequentazione della Chiesa, ma cosa più importante ha appreso una lezione di vita: “Cerco adesso di ricordarmi che ciò che veramente conta non è il denaro, né i titoli o i beni, ma il modo con cui si amano gli altri”.