Madre Teresa la mia preghiera: “Che ogni singolo bambino sia desiderato”.

 

 

 

Per la trentanovesima giornata della vita il consiglio permanente Cei ha inviato un messaggio intitolato “Donne e uomini per la vita nel solco di Santa Teresa di Calcutta” a tutti i fedeli nel ricordo di una grande donna di fede e di ciò che ha voluto comunicare con la sua opera nella vita.

 

Si tratta di un messaggio di speranza e amore dedicato al mondo e alle persone che lo abitano: “Com’è bello sognare con le nuove generazioni una Chiesa e un Paese capaci di apprezzare e sostenere storie di amore esemplari e umanissime, aperte a ogni vita, accolta come dono sacro di Dio anche quando al suo tramonto va incontro ad atroci sofferenze; solchi fecondi e accoglienti verso tutti, residenti e immigrati”.

 

Nel messaggio si coglie come attraverso l’esempio di Madre Teresa sia possibile trasformare il sogno in realtà ,d’altronde lei ha insegnato a tutti e continua ad insegnare come accogliere Cristo in croce: “Nel suo ‘Ho sete’ (Gv 19,28) possiamo sentire la voce dei sofferenti, il grido nascosto dei piccoli innocenti cui è preclusa la luce di questo mondo, l’accorata supplica dei poveri e dei più bisognosi di pace’. Gesù è l’Agnello immolato e vittorioso: da Lui sgorga un ‘fiume di vita’ (Ap 22,1.2), cui attingono le storie di donne e uomini per la vita nel matrimonio, nel sacerdozio o nella vita consacrata religiosa e secolare”.

 

Come fare fattivamente a trasformare questo sogno di amore e pace guidato da una Chiesa illuminata lo dice Papa Francesco quando parla della cura dei bambini e dei nonni, dichiarazioni opportunamente citate nel testo di cui sopra: “ I bambini ‘sono il futuro, sono la forza, quelli che portano avanti. Sono quelli in cui riponiamo la speranza’; i nonni ‘sono la memoria della famiglia. Sono quelli che ci hanno trasmesso la fede”. Parlando del ciclo della vita identificato nelle figure dell’infante e dell’anziano il Pontefice non manca mai di sottolineare come alle famiglie, grazie al sostegno di Dio, tutto sia concesso anche il sogno più grande.

 

Amare i bambini significa combattere contro le logiche imperialistiche, le culture imposte dai media che invitano alla prudenza nel mettere su famiglia per via delle condizioni economiche globali, a combattere per il diritto della famiglia tradizionale. Boicottare l’aborto e far si, come diceva Madre Teresa: “Che ogni singolo bambino sia desiderato”.