Madonna di Turzovka: l’incredibile vicenda della Lourdes slovacca

La Madonna di Turzovka apparve numerose volte lasciando avvertimenti molto duri all’umanità, e segni straordinari, indicando però con amore la giusta strada.

Madonna di Turzovka
Madonna di Turzovka – photo web source

L’origine di questa speciale devozione risale al 1 giugno 1958, esattamente 100 anni dopo Lourdes. Avvenne nella urzovka, situata al bivio di Polonia, Slovacchia e Moravia e il Santuario si trova in una radura che porta sul monte Schiwtschak, presentandosi con una grande Croce, una  Via Crucis in semicerchio e altri numerosi ex voto appesi ai rami degli alberi.

L’apparizione della Vergine al veggente Mattia Laschut

In quella data Mattia Laschut, una guardia forestale in servizio, ricevette un’apparizione dalla Vergine mentre si trovava in ginocchio davanti ad un quadro della Madonna del Perpetuo Soccorso, appeso ad un pino da moltissimo tempo.

Alla fine della recita di un’Ave Maria l’uomo vide per terra rose bianche che facevano da tappeto per accogliere una Signora sorridente e vestita di bianco. La donna era cinta ai fianchi da una fascia azzurra ed era intenta a schiacciare col suo calcagno il capo del serpente, mentre teneva l’indice della mano destra rivolto verso il quadro.

Nell’immagine si vede una grande carta geografica del mondo

In questo si vide un planisfero, una grande carta geografica del mondo senza i confini delle varie nazioni. Le sembianze dell’apparizione erano quelle dell’Immacolata di Lourdes, e la carta geografica era coperta con tre colori. L’azzurro indicava il mare, il giallo le zone pianeggianti, e il verde i monti e le selve.

Sotto la carta, c’era una tavoletta nera con i cambiamenti che sarebbero dovuti accadere sulla carta del mondo. Si trattava di sette mutamenti. Alcuni, in particolare i primi quattro e l’ultimo, riguardano tutti, mentre il quinto e il sesto li poté dire solo al santo Padre. Nella prima fase vi erano i colori nel loro significato simbolico.

Laschut vede le terribili conseguenze del peccato

Il colore verde indicava il confine del bene e della speranza di salvezza, il giallo invece indicava il male e i castighi, mentre sulla tavoletta si leggevano delle frasi scritte. Come ad esempio: “Fate Penitenza! Pregate per i sacerdoti! Recitate il Santo Rosario!”. O ancora: “Se gli uomini non si correggeranno, verranno castighi e catastrofi paurose – sporadiche o frequenti – e gli uomini saranno spazzati via in varie maniere”.

Oltre a queste, Laschut vede giganteschi crateri ed esplosioni e una sostanza che dove cade fa sì che cessi ogni forma di vita. Queste erano infatti le conseguenze del peccato, vale a dire la distruzione e la morte spirituale di tutti i viventi. Si trattava insomma di paurosi castighi mostrati a Laschut e che gli uomini si costruiscono con le loro mani.

“Se gli uomini non si convertono, saranno tolti di mezzo con i castighi”

“Se gli uomini non si convertono, saranno tolti di mezzo con i castighi”, è la scritta che recita la tavoletta. Un pesante avvertimento, quindi, per l’umanità. La settimana immagine, tuttavia, era ben più confortante e mostrava come sarebbe il mondo se gli uomini vivessero secondo i Comandi di Dio.

Si vede un globo illuminato dal sole, con fiori e pace tra le persone. In cima a questo globo, la Madonna di Lourdes con il Rosario in mano che lo mostra a tutti i popoli come segno che grazie ad esso si può raggiungere ogni tipo di pace e di salvezza. Che però ha quindi condizioni ben precise, che riguarda la libertà degli uomini di raggiungerla o meno. Solo facendo penitenza e cambiando vita questo sarà possibile.

La Madonna ammonisce, avverte, incoraggia e aiuta

La Madonna in questa apparizione ammonisce, avverte, incoraggia e aiuta ogni uomo a rifiutare il maligno e annientare la sua potenza di morte. La potenza dell’Immacolata Concezione, dice Laschut, è incomparabilmente maggiore e solo Lei può calpestare e stritolare con il suo calcagno il capo di Satana, per sempre.

L’avvenimento fece perdere i sensi a Laschut e quando dopo tre ore si riprese, trovò accanto a sé, per terra, un rosario. A quel punto l’uomo era anche guarito da tutte le sue infermità e comprese che la Madonna gli aveva indicato tre mancanze precise da correggere.

La Vergine gli apparve altre cinque volte e per tre mesi non disse nulla

Curare e imparare la recita del santo Rosario, accogliere i sacramenti il più spesso possibile e curare l’amicizia con tutti gli uomini. Il veggente in quel giorno stesso finì per fare visita a tutti i vicini con i quali aveva avuto in passato dei contrasti, e il giorno seguente prese i sacramenti e iniziò una nuova vita in Cristo.

La Madonna gli apparve ancora cinque volte e per tre mesi il veggente non disse nulla di queste apparizioni, poi  cominciò a narrare delle sue esperienze mistiche, e numerosi fedeli cominciarono a recarsi in quel luogo di pellegrinaggio. Mattia spiegò a tutti il significato di quelle apparizioni, ma fece anche predizioni amare. 

Lo straordinario segno che milleduecento persone videro in cielo

L’uomo sarebbe stato arrestato infatti solo tre giorni dopo, proprio come aveva anticipato, e il regime comunista lo fece internare come malato mentale. Ci furono molte pressioni per farlo ritrattare ma lui non scese mai a compromessi. Nel dicembre del 1958 sul luogo delle apparizioni venne scoperta una fonte sorgiva, come la Madonna aveva anticipato.

LEGGI ANCHE: Madonna dei Miracoli di Lucca: il sacrilegio spezzò il braccio dell’uomo

I pellegrini continuavano a recarsi sul luogo in ritmo crescente e si verificarono molti miracoli di guarigioni, in modo particolare da mali incurabili, e le autorità non poterono fare altro che rimettere l’uomo in libertà. Tra i molti eventi miracolosi che seguirono, ce ne fu uno che segnò in particolare la mente e il cuore di molti. Un enorme Sacro Cuore si stagliò nel cielo il 1 maggio 1965 sotto gli occhi di milleduecento persone.

Giovanni Bernardi

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]