La Madonna di Knock appare con San Giovanni e San Giuseppe, un evento unico al mondo

L’apparizione della Madonna a Knock (Irlanda) ebbe luogo il 21 Agosto del 1879. Fu unica, nel suo genere, per la presenza di San Giovanni.

Madonna di Knock
Madonna di Knock

Lo scrittore David M. Lindsey ce la racconta nel dettaglio, nel libro “The Woman and the Dragon: Apparitions of Mary”.

Lui scrive di Margaret Beirne che, quella sera, mentre stava per chiudere la Chiesa, vide una luce e quelle che sembravano essere le statue di Maria, di San Giuseppe e di San Giovanni. Era accaduto lo stesso a sua sorella Mary.

Poco più tardi, le sorelle si trovarono a passare nuovamente di la e Mary si avvicinò alla luce, per vedere cosa la provocasse: “Non sono statue. Si muovono. E’ la Madonna!”, cominciò ad urlare ed andò a chiamare altra gente. Così, un totale di ben 22 persone, quella notte, vide l’apparizione.

La Madonna di Knock, insieme a San Giovanni con la Bibbia in mano

Lo scrittore dice ancora: “Ecco come si manifestò l’apparizione. L’intero muro posteriore della Chiesa era illuminato da una intensa luce che poteva essere vista da molto lontano, come testimoniò anche un contadino, Patrick Walsh. Le figure erano sospese a circa mezzo metro da terra”, contorniate da Angeli.

“Maria, la più grande delle figure, portava un mantello e una fascia bianchi e un lungo velo sulla testa che le scendeva fino ai piedi. Sul capo coperto dal velo, aveva una corona d’oro. Fra la corona e il bordo del velo c’era una rosa d’oro. Le sue mani erano sollevate all’altezza delle spalle e il suo sguardo, assorto nella preghiera, era rivolto verso il cielo. San Giuseppe si trovava alla destra di Maria, aveva la testa reclinata in avanti e le mani giunte in preghiera. San Giovanni evangelista aveva una mitra da Vescovo e si trovava a sinistra di Maria, la mano destra era sollevata e il braccio sinistro teneva quella che pareva essere la Sacra Bibbia”.

Apparizione Madonna di Knock
photo web source

Il messaggio non verbale della Madonna nell’apparizione di Knock

Tutti coloro che videro queste cose, si inginocchiarono e cominciarono a pregare. L’apparizione di Knock non rivelò alcun messaggio verbale e, inoltre, è l’unica, nella storia della Chiesa, a presentare anche San Giovanni.

Dopo quell’evento straordinario, l’Arcivescovo di Tuam, Dr. John McHale, chiamò  una commissione che indagasse sull’apparizione e raccogliesse le dichiarazioni dei testimoni. Una nuova commissione venne chiamata, poi, nel 1936, dall’Arcivescovo Gilmartin. Erano solo tre i testimoni ancora in vita che confermarono la deposizione del 1879. Così, l’apparizione venne dichiarata veritiera. Intanto, in tutti quegli anni, in quel luogo, erano stati condotti molti malati che avevano avuto delle guarigioni inspiegabili.

apparizione Knock
photo web source

Sono più di 600 le guarigioni avvenute a Knock

Il 1º Settembre del 2019, la Chiesa cattolica irlandese riconobbe, ad esempio, la guarigione miracolosa di Marion Carroll, avvenuta nel 1989. Lei aveva la sclerosi multipla ed era paralizzata, quando giunse a Knock, ma, durante la benedizione ai malati, riprese a camminare. Anche Delia Gordon, una ragazza sorda, guarì dopo aver visitato il Santuario. Ad oggi, sono più di 600 i miracoli documentati e avvenuti a Knock.

Molti studiosi dell’apparizione di Knock, tra cui Don James dell’O.F.M. e lo stesso scrittore su citato, David M. Lindsey, hanno studiato, nei dettagli, le testimonianze di coloro che videro Maria, San Giuseppe e San Giovanni. E sono d’accordo nell’associarvi un richiamo all’Apocalisse. Poteva essere quello, del resto, il testo tenuto in mano dall’evangelista.

Che libro della Bibbia mostrava San Giovanni nell’apparizione?

Lo scrittore dice: “L’apparizione a Knock rimase in silenzio e sembrò che non desse alcun messaggio, ma in realtà non fu così. Il silenzio talvolta è più eloquente delle parole. Bisogna analizzare con attenzione l’apparizione per scoprire il messaggio silenzioso che essa nasconde. Maria apparve con il suo sposo terreno, San Giuseppe, e con il suo figlio adottivo, San Giovanni evangelista, e portava la corona d’oro della Regina del Cielo; per cui non c’è dubbio su chi lei fosse o su chi fossero questi personaggi.

(…) Poiché noi ci troviamo ora nei giorni di cui ha parlato l’Angelo dell’Apocalisse, la Bibbia di Giovanni era probabilmente aperta sul Libro dell’Apocalisse. La mano destra di Giovanni è alzata come nell’atto di fare un giuramento sulla verità di questo libro. (…) Così, l’apparizione di Giovanni a Knock con il Libro dell’Apocalisse sul braccio indica che in questo momento ci troviamo negli ultimi tempi. Il piccolo e santo villaggio di Knock, perciò, ci ricorda l’invito di Cristo contenuto nell’Apocalisse (il verbo inglese “to knock” significa “bussare”). “Ecco, sto alla porta e busso. Se qualcuno ascolta la mia voce e mi apre la porta, io verrò da lui, cenerò con lui ed egli con me” (Ap 3, 20), e nel Vangelo di Luca “Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto” (Luca 11, 9).

Anche se il nostro tempo sta giungendo a termine, Cristo sta ancora bussando alle porte dei nostri cuori, attendendo che lo facciamo entrare. Dove siamo in questo momento, in relazione alla sequenza cronologica di eventi rappresentati nell’Apocalisse, nessuno può dirlo”.

La visita di Giovanni Paolo II a Knock

Fu solo nel 1979 che la Chiesa di Roma cominciò a parlare di Knock e del suo Santuario. Quell’anno, Papa Giovanni Paolo II, in occasione del centenario dell’apparizione e del suo viaggio in Irlanda, vi celebrò la Santa Messa. Giovanni Paolo II lasciò li una rosa d’oro per omaggiare la Madonna e l’Irlanda.

Antonella Sanicanti

 

 

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]