Madonna di Crescentino: dà un messaggio di salvezza

La Madonna di Crescentino salvò un’intero popolo dall’invasione, prima di manifestarsi agli occhi di una bambina buona a cui tutti credettero.

Madonna di Crescentino
Madonna di Crescentino – photo web source

L’origine di questa importante e sorprendente devozione riporta al sedicesimo secolo, in particolare al 1525, quando in seguito alla sconfitta a Pavia ricevuta dall’esercito francese del Re di Francia Francesco I, per mano degli spagnoli di Carlo V, le difficoltà non furono di certo terminate. Anzi, al contrario, il peggio sembrava dovesse ancora arrivare.

L’effige che scacciò gli invasori

I lanzichenecchi, infatti, militavano nel campo imperiale nonostante fossero di fede luterana. In quei giorni stavano quindi brutalmente assediando il castello di Verrua Savoia. Questi, mentre erano presi dalla furia devastatrice che si confà a quanti entrano in guerra con l’obiettivo di devastare tutto ciò che incontrano, nella città di Crescentino, in provincia di Vicenza, si trovarono dinnanzi a una statua della Madonna, particolarmente bella e aggraziata.

Non appena la videro, i miliziani la presero a colpi d’ascia con l’obiettivo di distruggerla. Tuttavia, nel momento in cui si scagliò la foga contro la statua mariana, accade un fatto sorprendente che colpì in modo particolare i loro occhi e soprattutto il loro cuore, provocando sgomento. La lama, a contatto con la statua, finì disintegrata in mille pezzi.

La statua era letteralmente sparita sotto i loro occhi

Non bastasse, pochi secondi dopo la statua non c’era più. Era letteralmente sparita sotto i loro occhi. La paura invase il loro animo in pochi istanti e subito tutti insieme se la diedero a gambe. Scapparono con tutte le forze che avevano in corpo. Poco tempo dopo, la questione di cui molti sembravano essersi dimenticati, si ripresentò all’attenzione di alcuni, prima su tutti in particolare una pastorella sordomuta.

La povera e umile pastorella, infatti, stava portando il gregge verso la sorgente più vicina al pascolo in cui si trovava. Durante il tragitto, di fronte a lei apparve la Vergine Maria, che le comunicò un messaggio molto preciso di cui però la giovane, in un primo momento, non aveva alcuna contezza. Dopo l’effetto straniante, la pastorella si recò dal suo vescovo per comunicargli quanto l’apparizione le aveva effettivamente detto.

LEGGI ANCHE: Santuario Madonna di Crescentino: dove viene ritrovata la statua

Madonna di Crescentino
Madonna di Crescentino – photo web source

LEGGI ANCHE: Madonna della Croce di Pietranico: la forza preghiera collettiva scaccia l’invasore

Il messaggio lasciato dalla Madonna era chiaro: la statua scomparsa all’improvviso si trovava misteriosamente in quel luogo. Tutti credettero alla pastorella che aveva all’improvviso recuperato la voce, così si recarono a vedere nel luogo indicato ed effettivamente quelle parole corrispondevano al vero. La statua miracolosa che li aveva salvati dalla devastazione, con grande gioia di tutta la popolazione, si trovava di nuovo di fronte a loro.

L’immagine venne riportata nella sua antica cappella

Subito l’immagine venne riportata nella sua antica cappella. La statua era stata donata in passato dall’antico e importante vescovo di Vercelli, Sant’Eusebio, alla nobile Placilla, che era stata esiliata nella città di Crescentino per mano del terribile imperatore Giuliano l’Apostata, l’ultimo sovrano dichiaratamente pagano, che tentò, senza successo, di riformare e di restaurare il paganesimo romano.

Un altro fatto molto particolare è legato al campanile del santuario che nacque sulla scorta di questo evento miracoloso. Il campanile del santuario, infatti, nel 1776 fu spostato tutto intero su di un carro di buoi.

Giovanni Bernardi

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]