Madonna Annunziata di Pontremoli: le apparizioni di Maria a una giovane

Dal 5 dicembre 1470 la Madonna Annunziata di Pontremoli apparve più volte a una giovane che stava pascolando il gregge. Così iniziò una profonda devozione. 

L’antico affresco in origine posto lungo la strada e da secoli custodito nel santuario costruito attorno ad esso – photo web source

Le apparizioni avvennero fuori Pontremoli, in provincia di Massa. La giovane si trovava lungo la strada che portava al ponte noto come il ponte di Saliceto. In quel luogo si trovava un’edicola sacra, su cui si trovava dipinta la trecentesca Vergine Annunziata.

Inizia la devozione alla Madonna Annunziata di Pontremoli

L’edicola si trovava nel quartiere che da quell’evento prese il nome. Infatti tutt’oggi si chiama, per l’appunto, il quartiere dell’Annunziata. L’apparizione avvenne in quell’esatto luogo, che in pochissimo tempo divenne meta di intensi pellegrinaggi.

L’anno successivo il medico Princivalle Villani, uomo di scienza profondamente devoto oltre che fervido assertore del credo agostiniano, fece erigere una cappella attorno all’immagine, pagando le spese di tasca sua.

Convento dell'Annunziata a Pontremoli

I fedeli accorsero subito numerosi presso l’edicola votiva

Quel manufatto vide sempre più accorrere fedeli per chiedere la grazia della Madonna. Molti fedeli accorrevano ogni giorno per prostrarsi ai piedi di Maria, e l’ampiezza del numero dei fedeli fu tale che il consiglio generale di Pontremoli decise di ampliare la costruzione trasformandola in una chiesa con annesso il monastero.

Così, nel 1517, il celebre Sansovino disegnò il tempio ottagonale che fu da origine dell’attuale santuario, che ancor oggi si può ammirare, nella Chiesa della Santissima Annunziata, affidata alla cura degli agostiniani. L’edificazione ebbe grande partecipazione dalla popolazione.

La decisione del popolo di costruire il Santuario nel luogo esatto

La Madonna era apparsa in prossimità della strada. Così i pontremolesi, rispettosi della verità di quanto accaduto fino in fondo, decisero che se la Madonna lì era apparsa, proprio lì doveva anche essere realizzata l’opera volta a renderle omaggio.

Pontremoli chiesa Annunziata facciata
photo web source

L’apparizione della Madonna dell’Annunziata rimase sempre un fenomeno circoscritto, certamente da non pubblicare, un fatto quasi intimo. Che oggi viene custodito con grande cura dalla comunità locale, come patrimonio di spiritualità a cui potersi rivolgersi nei momenti più delicati.

Giovanni Bernardi

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]