Ma quale libertà religiosa il satanismo non è una religione.

satanico

In nome della libertà  spunta l’ennesimo tempio satanico.

Le riunioni dei Satanisti avvengono con la presenza del loro sacerdote per celebrare messe e riti in onore di Satana. In genere le riunioni vengono fatte in luoghi diversificati che possono cambiare di volta in volta, dai castelli medievali ai casolari abbandonati. Avvengono cose abominevoli in queste riunioni sataniche, tra cui anche la tortura di bambini e offerta di sacrifici umani a Satana per avere il suo favore e farsi largire poteri e altro. Viene anche bevuto del sangue sia animale che umano.

Allora come è possibile che in nome della «libertà religiosa», fraintesa in modo erroneo, divenuta vera e propria anarchia spirituale, in nome della quale tutto è normale ,tutto si può fare, tutto è concesso anche il male più profondo e oscuro.E’ stato così lo scorso ottobre con la sedicente «grande chiesa di lucifero» ad Old Spring Town, nel Texas. Fu così anche per il tempio pagano in Islanda.

La cosa purtroppo si ripete infatti come riportato dall’agenzia Médias-Presse-Info, nella località di Quindio, in Colombia, è stata eretta un’altra “chiesa”, dedicata al culto satanico. Le autorità locali sono compiacenti e conniventi e anche incoscienti, esponendo persone a gravi rischi soprattutto i giovani, che più facilmente si lasciano attrarre e circuire, e che sono le vittime preferite del demonio che vuole la loro distruzione fisica e spirituale.

La Chiesa Cattolica ha già messo in guardia tutti i suoi fedeli: il Vescovo colombiano d’Armenia, mons. Pablo Salas, ha parlato in una lettera aperta, diffusa in tutte le S. Messe, dell’esistenza del demonio, ricordando in merito quali siano i capisaldi della nostra fede e cosa dica il Magistero della Chiesa. Inoltre, ha raccomandato a tutte le famiglie di vigilare sui propri figli, specie se adolescenti.

Anche le autorità locali hanno espresso chiaramente le loro perplessità attraverso le parole, di buon senso, espresse dal comandante di Polizia locale, colonnello Ricardo Suarez, il quale ha ricordato come, «sebbene in Colombia si rispetti la libertà di culto», questo genere di iniziative vada «monitorato con intelligenza, poiché non si può sapere qual genere di pratiche possa avervi luogo». Al che, sussistendo evidentemente una rilevante percentuale di pericolo, ci si chiede per quale motivo vengano autorizzate, in nome di principi tanto alti quanto malintesi…

E mentre la popolazione locale manifesta dubbi e malcontenti, e anche timori del tutto fondati,  il leader del tempio per il culto a satana, Victor Rozo, è giunto all’assurdo ovvero a sostenere che, in realtà, la dottrina da lui professata non sia satanica. E’ sufficiente digitare il suo nome su qualsiasi motore di ricerca, per sconfessarlo. Del resto, è detto anche nelle Sacre Scritture a chi abbia «per padre il diavolo» che il diavolo «è stato omicida fin da principio e non ha perseverato nella verità, perché non vi è verità in lui. Quando dice il falso, parla del suo, perché è menzognero e padre della menzogna» (Gv 8, 44). Nulla, dunque, di cui stupirsi…

Adesso noi ci domandiamo come si possa in nome di una pseudo libertà religiosa consentire di mettere una vera e propria bomba ad orologeria nel proprio quartiere, come mai le autorità hanno concesso il permesso? da chi sono guidati? Perchè non si sono valutati attentamente i rischi e i pericoli ai quali sono sottoposti gli abitanti della zona e soprattutto i giovani, vista la loro vulnerabilità verso certe tematiche. In nome del relativismo imperante e del laicismo esasperato, non si possono compiere atti sconsiderati come questo, andrebbero pure rivisti i criteri e i concetti di «libertà religiosa» anche perchè il satanismo non è e non può essere considerato una religione. Noi ricordiamo che nonostante tutto il male non prevarrà mai .

Fonte:nocristianofobia.it

ATTO DI CONSACRAZIONE A S.MICHELE ARCANGELO

 Principe nobilissimo delle angeliche Gerarchie, valoroso guerriero dell’ Altissimo amatore zelante della gloria del Signore, terrore degli angeli ribelli, amore e delizia d I tutti glI Angeli giusti, mio dilettissimo Arcangelo S. Michele, desiderando io di essere nel numero dei tuoi devoti e del tuoi servi, a Te oggi per tale mi offro, ml dono e mi consacro. Pongo me stesso, la mia famiglia e quanto a me appartiene sotto la tua potentissima protezione.

 È piccola l’ offerta della mia servitù, essendo io un miserabile peccatore, ma Tu gradisci l’ affetto del mio cuore. Ricordati che se da oggi avanti sono sotto il tuo Patrocinio, Tu devi in tutta la mia vita assistermi, procurarmi il perdono dei miei molti e gravi peccati, la grazia di amare di cuore Il mio Dio, il mio caro salvatore Gesù e la mia dolce Madre Maria, ed impetrarmi quegli aiuti che ml sono necessari per arrivare alla corona della gloria.

 Difendimi sempre dal nemici dell’ anima mia specialmente nel punto estremo della mia vita.

 Vieni, allora, o Principe gloriosissimo ed assistimi nell’ ultima lotta e con la tua arma potente respingi lontano da me, negli abissi d’ inferno, quell’ angelo prevaricatore e superbo che prostrati un dì nel combattimento in Cielo. Amen.

 S. Michele Arcangelo, difendici nella lotta affinché non periamo nell’ estremo giudizio.