L’incremento di segni e fenomeni astrali, per molti ha un significato apocalittico, ma noi come dobbiamo interpretarli con gli occhi della fede?

 

 

A partire dalla scorsa estate c’è stato un incremento di fenomeni celesti insoliti, che si sia trattato di una luna maggiormente vicina alla terra o di un eclissi solare che percorreva quasi per intero gli Stati Uniti ed era visibile in alcuni paesi d’Europa, l’analisi dei fatalisti era sempre la stessa: l’Armageddon si sta avvicinando.

 

Ora, non volendo suggerire che queste teorie siano verificate o verificabili ma per semplice curiosità vi parliamo oggi di un altro fenomeno astronomico che ha una durata di nove mesi e che presenta una strana similitudine con il passo dell’Apocalisse in cui una donna partorisce con in testa una corona di dodici stelle. Lo stesso passo era stato oggetto d’attenzione di Papa Leone XIII in un sogno, come ben sapranno i lettori della Bibbia la donna viene poi minacciata da una bestia feroce e tratta in salvo da San Michele Arcangelo, il Papa in occasione del suddetto sogno che raffigurava tale scena penso che fosse bene affidarsi al comandante degli esseri celesti per ricevere protezione e creò una preghiera apposita che veniva recitata alla fine di ogni messa.

 

Tornando al passo in questione, nel libro 12 dell’apocalisse si legge: “Nel cielo apparve poi un segno grandioso: una donna vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi e sul capo una corona di dodici stelle. La donna era gravida e gridava per i dolori del parto”. Cosa ha a che fare con un fenomeno celeste?

 

Il 20 novembre 2016 Giove è entrato nella costellazione della Vergine, qui, secondo gli astronomi, vi resterà per nove mesi al termine dei quali (23 settembre 2017) ed al sorgere del sole troveremo la luna nella costellazione della Vergine e sopra di essa ci saranno dodici stelle, le nove facenti parte della costellazione del Leone insieme ai pianeti Mercurio, Venere e Marte per l’occasione visibili.

 

Non è difficile trovare una correlazione tra il passo dell’apocalisse e l’insolito evento celeste, il periodo di permanenza di Giove corrisponde ad una gestazione, il sole è la donna rivestita di luce con ai piedi la luna e sulla testa le 12 stelle. Siamo dunque di fronte al verificarsi dell’apocalisse? Affermare una cosa simile è quanto meno ardito, ma le coincidenze non si fermano al fenomeno celeste: come saprete il 2017 è il centenario dell’apparizione della Madonna di Fatima, sapete anche che tutti i segreti svelati si sono successivamente verificati e che dopo la crisi annunciata dalla Madonna ci dovrebbe essere una rinascita, possibile che si tratti della fine dei tempi?

 

La domanda ritorna spinta dalla crisi attuale delle società e della stessa Chiesa ormai divisa da un dibattito interno che la lacera da dentro, persino l’inizio del fenomeno celeste suggerisce una connessione, il 20 novembre è stato il giorno in cui è terminato l’anno della Misericordia indetto da Papa Francesco ed è anche il giorno in cui si celebra Cristo Re, insomma ci troviamo di fronte ad una serie interminabile di coincidenze che invitano a riflettere, se queste comporteranno la fine del mondo o rimarranno semplicemente delle coincidenze lo scopriremo solo dopo il 23 settembre.