Grande Evento Miracoloso o Grande Inganno ?

minutella

Un sacerdote della diocesi di Palermo dice di ricevere messaggi da parte della Madonna, di santi e angeli, (così come potete ascoltare nel video pubblicato qui sotto), anzi fa proprio da tramite con la sua voce. Centinaia di persone lo seguono nel luogo in cui avverrebbero queste “locuzioni”, attendono da lui parole e segni. Sui social network e sui canali video di internet, intanto, i filmati dei raduni di preghiera e dei messaggi stanno spopolando, con migliaia di visualizzazioni. Il più cliccato e condiviso è quello che in pieno agosto documenta lo sgorgare da un terreno di acqua ritenuta “miracolosa”, con proprietà terapeutiche ed esorcistiche. E a questo fenomeno è legato un appuntamento molto atteso: il 14 settembre sarà possibile distribuire quest’acqua a chi la chiederà. Il protagonista di questa vicenda è don Alessandro Minutella, parroco di San Giovanni Bosco a Palermo, nel quartiere Romagnolo, e da parecchi anni animatore di un centro di spiritualità mariana “Piccola Nazareth”, in territorio di Carini e, dunque, diocesi di Monreale. I video pubblicati e i documenti sul sito www.ilgiardinodimaria.org parlano chiaramente. Le attività di preghiera e predicazione all’interno di questo terreno e nella cappella vicino a Carini sono state sempre molto partecipate dalla gente.

Numerose conversioni sono nate nel centro di spiritualità dove, prima del divieto dell’Arcivescovo di Monreale, era possibile celebrare l’Eucarestia. Don Minutella, sacerdote brillante e di grande e solida preparazione teologica e culturale, ispirato dallo Spirito Santo, dal nulla ha costruito questo piccolo angolo di contatto con il Signore, dove migliaia di fedeli trovano risposte concrete alla loro vita spirituale. Però le opere di Dio sono contrastate. Come è avvenuto nel corso della storia per i grandi santi a partire da Padre Pio, avversato da quella parte ecclesiastica che non vedeva di buon occhio i prodigi soprannaturali realizzati nella carne del santo delle stimmate, per passare ai grandi mistici che venivano giudicati fuori dal normale, e addirittura pazzi, per la fedeltà a Cristo e alla Chiesa. Certamente, è necessario fare riferimento all’autorità ecclesiastica, la quale dovrebbe valutare i “segni dal cielo”, come monito per tutti i credenti a camminare nella via della conversione e dell’adesione incondizionata al Vangelo. Nell’ottica dell’anno della misericordia voluto da Papa Francesco, quel minuscolo lembo di terra benedetto da Maria, potrebbe diventare luogo di accoglienza e di perdono. Dove i credenti possano sperimentare la grazia di Dio.

Accogliamo le parole di Don Alessandro, il quale avrebbe dichiarato, il 7 Luglio: “la Regina del Cielo parla attraverso questo mio ministro che ho scelto. Sto facendo molta violenza su di lui per parlare. Gli costa sofferenza. Vi parlerò ancora e voi dovrete registrare i miei messaggi… Il fatto che questo mio eletto sia perseguitato, calunniato, ha dato tante volte la vita per me, l’ onore,  questo sia per voi conferma che l’ opera è mia”.

E ancora: “Questo evento diventerà di fama mondiale appena tutto il popolo di Dio scoprirà le proprietà terapeutiche ed esorcistiche dell’acqua miracolosa sgorgata il 17 agosto alle 15,55 dopo che la Madonna ha rivelato tramite locuzione a padre Alessandro che il quel dato punto di “Piccola Nazareth”, centro di spiritualità mariana, sita in via Angelo Morello 48 D, a Villagrazia di Carini in provincia di Palermo, sarebbe sorta l’acqua benedetta. Persino la ditta “Grasso” addetta allo scavo si è meravigliata della precisione del punto ed ha potuto testimoniare come in tutta la zona non si è potuta trovare l’acqua dove diversi scavi. L’acqua è per tutti, gratuita e si riceve tramite percorso penitenziale e confessione”.
A voi ogni interpretazione.