“Le scarpette d’oro” nate da uno straordinario aneddoto della vita del Santo

Un’usanza parmigiana per omaggiare Sant’Ilario in occasione della sua festa liturgica: i biscotti a forma di scarpa, glassati e colorati per rievocare un particolare episodio della sua vita.

Un dolce tipico con una ricetta semplice da realizzare ma davvero deliziosa.

photo web source

Sant’Ilario di Poitiers, vescovo e teologo che nacque intorno al 310, noto per aver combattuto fortemente l’eresia ariana, è tra i Dottori della Chiesa e viene ricordato il 13 gennaio.

A Parma, città di cui è il patrono, c’è l’usanza di festeggiarlo in un modo particolare cioè preparando dei biscotti di pasta frolla a forma di piccole scarpe che vengono ricoperti di glassa e decorati con confettini colorati.

La storia delle scarpette

Questi dolcetti traggono origine da una leggenda secondo cui un giorno un calzolaio vide passare Sant’Ilario che era quasi scalzo tanto erano rovinate le sue scarpe. Mosso a compassione decise di regalargliene un paio nuove. Il giorno seguente trovò inaspettatamente nella sua bottega un paio di scarpe d’oro e lo considerò un prodigio ad opera di Sant’Ilario che aveva voluto ricambiare il suo atto di carità.

La preparazione di questi biscotti è molto semplice, la caratteristica dominante è data dall’elemento decorativo. Vengono utilizzate delle glasse colorate ma c’è anche la versione con la copertura di cioccolato. Le scarpette sono poi impreziosite da confettini che vengono inseriti per delineare la punta o il tallone oppure vengono sparsi in modo casuale, in base alla fantasia e al gusto di chi li realizza.

Leggi anche: Sant’Ilario di Poitiers, il Santo di oggi 13 gennaio: combatté gli ariani

La ricetta

Le dosi sono per 6 persone

Ingredienti

500 gr di farina 00

3 uova + 1 tuorlo

150 gr di burro morbido

150 gr di zucchero semolato

la scorza di un limone

½ bacca di vaniglia

Per la glassa

200 gr di zucchero a velo

5 cucchiaini di acqua tiepida

colorante alimentare a piacere

confettini colorati

photo web source

Procedimento

Disporre la farina a fontana su una spianatoia e rompervi dentro le uova intere e il tuorlo. Impastare aggiungendo poco alla volta il burro morbido a tocchetti (quindi precedentemente posto a temperatura ambiente per circa 20 minuti). Aggiungere poi la scorza del limone e i semi di vaniglia. Continuare ad impastare fino a quando l’impasto risulterà omogeneo e compatto.

Stendere l’impasto dello spessore di circa 5 – 6 mm. Per realizzare la forma dei biscotti si può utilizzare uno stampo a forma di scarpa oppure con un coltello appuntito procedere a disegnare le scarpe a mano libera.

Porre i biscotti su una teglia rivestita con carta da forno e farli cuocere in forno a 160° per 30 – 35 minuti.

Preparare la glassa mescolando lo zucchero a velo e l’acqua e aggiungendo il colorante alimentare.

Dopo aver sfornato i biscotti lasciare che si raffreddino prima di procedere con la glassatura e la decorazione con i confettini.

Leggi anche: Sant’Ilario di Poitiers: Dottore della Chiesa che ha difeso dall’eresia

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it