Le profezie di Anna Maria Taigi sul gay pride che si sta avverando

Le profezie di Anna Maria Taigi sul gay pride che si sta avverando
ANNA MARIA TAIGI

Le profezie di Anna Maria Taigi sul gay pride che si stanno avverando. Anna Maria Riannetti, il suo nome da ragazza. E’una mistica vissuta nel XVIII secolo a Roma. Nata a Siena nel 1679 da una famiglia abbiente, presto si dovette trasferire nella capitale a causa del fallimento della farmacia dei genitori. Questa disavventura le permise di essere allevata ed educata alla scuola delle Suore Pie Filippine, luogo dove incontrò Dio e divenne devota alla Santissima Trinità. Giovanissima si sposò con Domenico Taigi ed ebbe con lui sette figli, tre dei quali purtroppo morirono.

Quando compì 47 anni Anna cominciò ad avere delle apparizione e delle premonizioni. Nel corso dei suoi ultimi anni di vita, la donna profetizzò molti eventi futuri inerenti alla Chiesa che si sarebbero verificati molti anni dopo e persino la disfatta Napoleonica in Russia. La veridicità di queste profezie indusse la Chiesa a riconoscerle il ruolo di prescelta di Dio come portatrice di messaggi all’umanità, quindi venne beatificata 20 maggio del 1920 ed il suo corpo, ancora intatto, è conservato nella basilica di San Crisogono a Roma.

Il motivo per cui vi abbiamo brevemente accennato alla vita della beata Anna Maria Taigi è legato ad una profezia che si è disvelata solamente negli ultimi anni e riguarda la nascita del gay pride, annunciato dalla mistica nel 1700 con queste parole:

“Dopo questi segni, quando si sarà vicini alla fine, il Drago sarà sciolto e la Divina Madre inviterà alla penitenza e gli uomini senza tener conto dei Celesti moniti andranno per le vie della Eterna Città Santa bagnata dal Sangue dei Principi (Apostoli), portando la Lussuria in processione; e il Padre della Menzogna sarà a loro capo. Sacrilegi compiranno contro i tempi del Santo Spirito e contro la Religione: gli uomini si vestiranno da donne e le donne si vestiranno da uomini, la Voce del Santo Vicario non sarà ascoltata e l’ Alma Sua figura sarà fatta oggetto di scherno e risa, allora il Drago che già ha preso possesso del suo regno istillerà lumi alle menti degli a lui soggetti per diffondere l’alito pestilento della Lussuria ove il Beatissimo pose Sede e per diffondere e moltiplicare l’opera sua nefanda di distruzione e perdizione, dovrà allora dalla Cristianità implorarsi la Misericordia di Dio e fare Orazione per la Chiesa Militante domandando aiuto alla Madre Santa e offrendo penitenze e sacrifici”. Fabio Scapatello