L’amore di Dio può tutto – Liturgia di oggi Venerdì 08 Gennaio 2021

Dio è amore, e l’amore di Dio può tutto: può servirsi di noi e degli altri anche quando abbiamo e possiamo poco, e renderci strumento di salvezza.

L'amore di Dio può tutto
photo web spurce

Liturgia di oggi Venerdì 08 Gennaio 2021

  • FERIA PROPRIA DELL’8 GENNAIO

Benedetto colui che viene nel nome del Signore:
il Signore nostro Dio è luce per noi. (Cfr. Sal 117,26-27)

Prima Lettura

Dio è amore.
Dalla prima lettera di san Giovanni apostolo
1Gv 4,7-10

Carissimi, amiamoci gli uni gli altri, perché l’amore è da Dio: chiunque ama è stato generato da Dio e conosce Dio. Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore.

In questo si è manifestato l’amore di Dio in noi: Dio ha mandato nel mondo il suo Figlio unigenito, perché noi avessimo la vita per mezzo di lui.

In questo sta l’amore: non siamo stati noi ad amare Dio, ma è lui che ha amato noi e ha mandato il suo Figlio come vittima di espiazione per i nostri peccati.

Parola di Dio

Salmo Responsoriale – Dal Sal 71 (72)

R. Ti adoreranno, Signore, tutti i popoli della terra.
O Dio, affida al re il tuo diritto,
al figlio di re la tua giustizia;
egli giudichi il tuo popolo secondo giustizia
e i tuoi poveri secondo il diritto. R.

Le montagne portino pace al popolo
e le colline giustizia.
Ai poveri del popolo renda giustizia,
salvi i figli del misero. R.

Nei suoi giorni fiorisca il giusto
e abbondi la pace,
finché non si spenga la luna.
E dòmini da mare a mare,
dal fiume sino ai confini della terra. R.

Il Vangelo di oggi Venerdì 08 Gennaio 2021

Moltiplicando i pani, Gesù si manifesta profeta.
Dal Vangelo secondo Marco
Mc 6,34-44

In quel tempo, sceso dalla barca, Gesù vide una grande folla, ebbe compassione di loro, perché erano come pecore che non hanno pastore, e si mise a insegnare loro molte cose.

Essendosi ormai fatto tardi, gli si avvicinarono i discepoli dicendo: «Il luogo è deserto ed è ormai tardi; congedali, in modo che, andando per le campagne e i villaggi dei dintorni, possano comprarsi da mangiare». Ma egli rispose loro: «Voi stessi date loro da mangiare». Gli dissero: «Dobbiamo andare a comprare duecento denari di pane e dare loro da mangiare?». Ma egli disse loro: «Quanti pani avete? Andate a vedere». Si informarono e dissero: «Cinque, e due pesci».

moltiplicazione pani e pesci
photo web source

E ordinò loro di farli sedere tutti, a gruppi, sull’erba verde. E sedettero, a gruppi di cento e di cinquanta. Prese i cinque pani e i due pesci, alzò gli occhi al cielo, recitò la benedizione, spezzò i pani e li dava ai suoi discepoli perché li distribuissero loro; e divise i due pesci fra tutti.

Tutti mangiarono a sazietà, e dei pezzi di pane portarono via dodici ceste piene e quanto restava dei pesci. Quelli che avevano mangiato i pani erano cinquemila uomini.

Parola del Signore

L’amore di Dio può tutto – Il commento al Vangelo di oggi Venerdì 08 Gennaio 2021

Gesù in questo Vangelo ci manifesta ancora una volta il suo amore. Vede le folle stanche e affamate e ne ha compassione. Ha compassione del fatto che la loro stanchezza è data non solo dal fatto che lo stanno seguendo da giorni ed hanno fame, ma che hanno bisogno che lui si manifesti come loro guida, come loro pastore. Quante volte ci sentiamo smarriti e abbiamo bisogno che Dio ci faccia sentire la sua presenza e il suo amore?

Così cosa fa Gesù? Fa un gesto concreto. Con i pochi pani messi a disposizione dagli apostoli, che si fidano ciecamente di Gesù e stanno a guardare, Gesù moltiplica il suo amore e la sua provvidenza laddove manca tutto, laddove manca il nutrimento per il corpo e quello per l’anima. Con quel Gesto Gesù fa presente la sua misericordia e fa vedere alle folle come seguirlo vuol dire di poter affermare: “Il Signore è il mio pastore, non manco di nulla” (Sal 22,1).

Gesù nostro pastore
photo web source

Questo miracolo non sarebbe stato possibile senza tre elementi: il bisogno della folla che cerca in Gesù il suo conforto, la compassione di Dio per noi e il suo amore, ma anche il mettersi a disposizione di Dio degli apostoli, che donano quel poco che hanno, e che Gesù trasforma in una mensa abbondante, per tante persone.

Ecco come Dio si può servire sempre di noi. Anche quando abbiamo poco, può renderci strumento di salvezza, e rende gli altri altrettanto per noi. Perché Dio è amore, e l’amore di Dio può tutto: sta a noi cercarlo, metterci a disposizione e riceverlo.

Elisa Pallotta

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]