L’America grida al Miracolo. l’Ostia presa da un bambino si trasforma…..

ostia_sangue

Evento eccezionale provocato da un sacrilegio, l’ostia consacrata cioè il corpo di Cristo, è stata data ad un bambino di soli 4 anni che naturalmente non aveva ancora ricevuto il sacramento della Prima Comunione. Così un familiare stretto che si è reso conto del gesto  subito ha restituito la particola al sacerdote celebrante che ha messo l’ostia come il protocollo richiede in un bicchiere d’acqua aspettando che la stessa si sciogliesse completamente, operazione che di solito riesce in pochi minuti.

Dai mezzi di informazione abbiamo appreso che nella diocesi di Salt Lake City (Utah, Stati Uniti) è avvenuto un Miracolo Eucaristico che fa gridare al prodigio, nella chiesa di San Francesco Saverio dove è accaduto il fatto è partita immediatamente una indagine, per appurare se realmente i fatti descritti siano realmente accaduti nelle modalità riportate dai testimoni.

A kearns molte persone si sono riunite in preghiera o anche per sola curiosità per vedere con i propri occhi il fenomeno  dell’Ostia consacrata che fluttuava nel bicchiere e non ne voleva sapere di sciogliersi anzi dopo poche ore dall’immersione nell’acqua sono comparse delle macchie rosse intense, come se ci fosse un sanguinamento in atto. Questo ha fatto gridare al Miiracolo e tutti i fedeli si sono stretti uniti in preghiera di fronte al Sangue di Gesù.

Come nella prassi la diocesi ha istituito una commissione teologica che ha il compito di indagare sul possibile Miracolo Eucaristico, la commissione è composta da due esperti sacerdoti , un diacono permanente, un laico esperto in materia, alcuni medici tra cui un professore di Neurobiologia. La Particola Miracolosa è stata presa in custodia dalla curia vescovile, è sarà conservata nel massimo riserbo in un posto tranquillo lontano dagli sguardi dei curiosi. L’Adorazione pubblica potrà avvenire in forma pubblica solo quando saranno concluse le indagini e la commissione competente si sarà espressa definitivamente.

“Di recente sono circolati resoconti della diocesi circa un’ostia che ha sanguinato nella chiesa di San Francesco Saverio di Kearns”, ha affermato monsignor Francis Mansion, presidente del comitato. Monsignor Mansion ha concluso aggiungendo che “qualunque sia il risultato dell’inchiesta, possiamo approfittare di questo momento per rinnovare la nostra fede e devozione nel miracolo più grande – la presenza reale di Gesù Cristo, che si realizza in ogni Messa”.

Fonte: Aleteia.