La Pace del Mondo è possibile? La Risposta della Polonia sta sconvolgendo il Mondo!

Con l’approvazione della conferenza episcopale polacca, il 7 ottobre, festa della Madonna del rosario, si farà una catena umana lungo tutta la frontiera della Polonia per recitare il rosario, con le intenzioni per la protezione della Polonia e del mondo intero. Lo comunica il sito polacco wpolityce.pl.

L’iniziativa, ideata da un gruppo di cattolici preoccupati per come sta andando il mondo, a capo del quale c’è Maciej Bodasinski, è stata lanciata qualche mese fa e si chiama: “Il rosario fino alle frontiere.”.

“A Fatima, la Madonna ha chiesto di recitare il rosario. Noi vogliamo rispondere con forza a questo appello. Il mondo che ci circonda ha bisogno di essere soccorso e noi proponiamo quindi lo strumento di salvezza: il rosario” ha dichiarato Bodasinski. E poi ha aggiunto: “Noi crediamo che la preghiera di un grande gruppo di persone, animate da fede sincera e pura, possa trasformare tutto.”. Ed è certo, perché nulla è impossibile a Dio, tanto più se richiesto e supplicato per mezzo dellla santa intercessione di Maria, Madre di Dio.

La Bibbia, soprattutto nell’AT, racconta spesso di situazioni in cui la preghiera ha sconfitto il male. La caduta delle mura di Gerico in Giosuè 6,13-27 in cui si riporta che gli israeliti cinsero d’assedio la città di Gerico. Ubbidendo all’ordine del Signore i soldati ebrei fecero per sei giorni un giro attorno alle mura della città. Al settimo giorno i soldati fecero sette giri e poi sette sacerdoti, con sette trombe di corno d’ariete davanti all’arca dell’alleanza, avanzarono suonando con l’avanguardia che li precedeva e la retroguardia che seguiva l’Arca dell’Alleanza, facendo ancora una volta un giro delle mura con il popolo che assisteva in silenzio. Questo rito veniva ripetuto per sette giorni. Nell’ultimo giorno anche l’arca fece sette giri e, dato fiato alle trombe, il popolo lanciò il grido di guerra e le mura di Gerico crollarono.

Più recentemente, ai nostri tempi, è famosa quella che è stata rinominata la Rivoluzione del rosario. Il 25 febbraio tre milioni di persone si radunarono nell’Epifanio de los Santos Evenu, un’importante via della capitale, in una contestazione pacifica armati di rosario e guidati dal cardinale Jaime Lachica Sin, dal generale Fidel Valdez Ramos (prima stretto collaboratore di Marcos, ma entrato in contrasto con lui nel corso della crisi), dal ministro Juan Ponce Enrile e dal futuro Presidente Cory Aquino. Dopo quattro giorni di manifestazioni anche parte dell’esercito inviato da Marcos per sedare la manifestazione si schierò dalla parte dei manifestanti, e Marcos fu costretto alla fuga dal Paese.

Allora, armiamoci sempre anche noi del rosario, come diceva anche Padre Pio, recitiamolo tutti i giorni, con fervore e con profonda meditazione dei singoli misteri. Uniamoci alla richiesta della Mamma del Cielo di pregarlo anche e soprattutto per le sue intenzioni e con fede sincera, purificati da i peccati, cerchiamo di appartenere a quel esercito che combatte il male a fianco di Maria, per la salvezza del mondo intero.