La nuova corona a 12 stelle è un’offerta alla Gospa dei pellegrini spagnoli

La nuova corona a 12 stelle è un'offerta alla Gospa dei pellegrini spagnoli
(Websource/Archivio)

Nel 2005, durante la messa serale per il ventiquattresimo anniversario delle apparizioni di Medjugorje, il sacerdote Fra Branko Radoš ha benedetto la nuova corona ideata dall’architetto Angel Maria Garcia Alvarez ed incoronato la statua della Madonna all’interno della parrocchia di San Giacomo alla presenza dei due vescovi Mons. Geevarghese Mar Divannasios Ottathengil e Mons. Jerome Gapangwa Nteziryayo. Ciò che più sorprende della progettazione della nuova corona è che il progetto è stato interamente finanziato da famiglie di fedeli e pellegrini provenienti dalla Spagna come offerta alla Gospa.

Per l’occasione l’architetto madrileno è stato intervistato dal sito ‘Medjugorje.hr‘ al quale ha spiegato da dove è nata l’idea della creazione di una nuova corona per la Madonna: “La prima volta che ho sentito l’idea di fare una nuova corona fu per un commento di fra Svetozar Kraljevic il 4 Ottobre 2003, Festa di San Francesco, dopo la Messa, di fronte alla statua. Ero lì con mia moglie Amparo perché avevamo portato a Medjugorje un gruppo di pellegrini spagnoli. In seguito ho saputo che il Parroco fra Branko Radoš parlava di questo già da molto tempo”.

La corona, dunque, era in progetto da tempo ma bisognava trovare dei donatori che finanziassero il progetto. In un primo periodo si era pensato di raccogliere la somma necessaria solo attraverso il pagamento della parrocchia, ma poi un giorno è successo qualcosa di inatteso: “Durante il processo di design qualcuno venne da me a Madrid perché era interessato a dare dei soldi per la parrocchia. Questa persona desiderava donarne la metà per il Majčino selo e l’altra metà per la nuova corona. Allora mia moglie e io capimmo che potevamo trovare abbastanza donatori in Spagna per pagare l’intera corona e che questo sarebbe stato un grande onore per tutti noi”.

A conclusione dell’intervista, l’architetto ha fornito i dettagli tecnici sulla composizione della corona stessa: “La nuova corona è simile alla precedente: una tipica corona di 12 stelle di una statua dell’Immacolata Concezione, ma ho cercato di farla più bella e più preziosa possibile salvaguardando la sua semplicità. E’ realizzata totalmente in argento ed in oro argentato ed ogni stella ha un bel topazio blu. Non abbiamo cercato il lusso, ma la maestosità. Per il disegno finale, ho studiato le corone dei dipinti e delle sculture dell’immacolata Concezione in Spagna dal XVI al XX secolo”.

Luca Scapatello