La meditazione del giorno a cura di Don Gaetano

SABATO DELLA XXVIII SETTIMANA DEL TEMPO ORDINARIO

Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Io vi dico: chiunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anche il Figlio dell’uomo lo riconoscerà davanti agli angeli di Dio; ma chi mi rinnegherà davanti agli uomini, sarà rinnegato davanti agli angeli di Dio.
Chiunque parlerà contro il Figlio dell’uomo, gli sarà perdonato; ma a chi bestemmierà lo Spirito Santo, non sarà perdonato.
Quando vi porteranno davanti alle sinagoghe, ai magistrati e alle autorità, non preoccupatevi di come o di che cosa discolparvi, o di che cosa dire, perché lo Spirito Santo vi insegnerà in quel momento ciò che bisogna dire».
( Lc 12, 8-12 )

Se abbiamo conosciuto il Cristo e lo seguiamo nella vita di tutti i giorni, la nostra testimonianza sarà manifesta come la luce del sole._ In una società dove il Cristo é rifiutato, noi, i suoi discepoli, lo dobbiamo riconoscere come il nostro Signore e il solo nostro Dio. Se poi la nostra testimonianza non sarà accolta, non temiamo per la nostra vita e la nostra difesa: lo Spirito Santo ci ispirerà e ci consolera’. Non ci succeda mai di opporci allo Spirito Santo, rinnegando il Signore, ma con franchezza diamo testimonianza alla verità. La Santa Madre di Dio ci aiuti ad essere apostoli coraggiosi davanti a questa “generazione adultera e peccatrice”.

Buona giornata. Vi benedico. Don Gaetano